/ Attualità

Attualità | 23 settembre 2019, 10:00

Fridays for Future: il 27 settembre la marcia per il clima anche a Genova

L’appuntamento per la manifestazione è alle ore 8 in Piazza del Principe. Terminerà alle 13.30 in piazza De Ferrari con musica, workshop, spuntini e stand

Fridays for Future: il 27 settembre la marcia per il clima anche a Genova

Il 27 settembre è la data ufficiale per il terzo sciopero globale per il futuro e per il clima. L’appuntamento per la manifestazione organizzata da Fridays for future è alle ore 8 in Piazza del Principe. Il corteo prevede due soste significative: la prima di fronte a via Balbi 5, dove il Rettore, che ha concesso il patrocinio dell’Università di Genova all’iniziativa, firmerà pubblicamente la dichiarazione di emergenza climatica.  

 

La seconda sosta avverrà di fronte a Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova, che il 23 luglio 2019 ha firmato la dichiarazione di emergenza climatica. Per chiedere che a questo gesto importante seguano azioni concrete, verrà realizzato un flash mob die in, che coinvolgerà tutti i manifestanti.

 

Il corteo terminerà alle 12.30 in Piazza Matteotti. A seguire si terranno gli interventi musicali di Troc, The Bustermoon, Bloco JA feat Piuma Loca e Shaman Project; workshop formativi a cura di varie realtà e associazioni del territorio; spuntini offerti da Ortocollettivo, Ricibo e altri collaboratori. Sarà possibile chiedere informazioni e sostenere Fridays for future al nostro stand, dove si troveranno gadget e timbri per decorare magliette e borse.  La fine dell’evento è prevista per le 13:30.

 

Lo scopo della manifestazione è quello di chiedere che siano realizzati gli obiettivi del movimento:

 

1.      garantire Giustizia Climatica su scala mondiale, nel rispetto dell’equità.

2.      Raggiungere lo 0 netto di emissioni a livello globale nel 2050 e in Italia nel 2030, restando entro i + 1,5 °C di aumento medio globale della temperatura

3.      seguire la Scienza più auterevole e unita attualmente disponibile

 

A tutti i partecipanti è richiesto di evitare simboli e bandiere legati a partiti politici o dai contenuti offensivi, nel rispetto degli ideali di Fridays for future, che è un movimento pacifista, apartitico e non violento. Siamo tutti cittadini uniti sotto un’unica bandiera, quella del diritto alla vita.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium