/ Politica

Politica | 09 ottobre 2019, 14:49

Toti vuole fare presto con la Gronda: "Basta tavoli e mozioni, aprire i cantieri"

Il governatore ligure: "Noi siamo disponibili a confrontarci ovunque e subito, nella speranza di non rivivere da capo i tempi dell’infinito dibattito del Sindaco del Pd Vincenzi, appoggiato e caldeggiato dalla giunta Burlando, i veri responsabili, prima ancora dei grillini, del blocco alla Gronda"

Toti vuole fare presto con la Gronda: "Basta tavoli e mozioni, aprire i cantieri"

“Oggi la Camera ha approvato una mozione, voluta dai partiti che appoggiano il Governo, per dire che la Gronda di Genova si farà. Bene, ma ci crederò quando vedrò aprire il cantiere. Troppe parole in quel documento dicono il contrario: apertura di tavoli, confronti, mediazioni. Bastavano pochi sostantivi: la Gronda sarà realizzata secondo il progetto esecutivo esistente e già approvato, sul tracciato già libero per il cantiere da inizio anno grazie agli espropri fatti da Regione Liguria. Ma siccome quel progetto i grillini non lo vogliono... meglio una mozione dell’avvio dei lavori. Noi siamo disponibili a confrontarci ovunque e subito, nella speranza di non rivivere da capo i tempi dell’infinito dibattito del Sindaco del Pd Vincenzi, appoggiato e caldeggiato dalla giunta Burlando, i veri responsabili, prima ancora dei grillini, del blocco alla Gronda. L’unico tavolo che ora serve è quello per firmare l’avvio dei lavori”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in merito alla realizzazione della Gronda autostradale genovese.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium