/ Attualità

Attualità | 15 ottobre 2019, 11:00

Arriva l''Astronave' di Gustavo: ultimo singolo del cantautore genovese

La canzone parla di una partenza e rappresenta "una pagina di diario che avrei voluto scrivere"

Arriva l''Astronave' di Gustavo: ultimo singolo del cantautore genovese

Si intitola “Astronave” ed è il nuovo singolo di Gustavo, giovane artista genovese pronto a cavalcare l’onda del cantautorato italiano. Con voce pulita e timbro delicato, il brano - il primo singolo che vuole anticipare una raccolta di lavori - colpisce subito per la semplicità con cui entra in testa.

La canzone, figlia di un’emozione temporanea, prende le sembianze di uno sfogo istintivo gettato sulle pagine di un diario: il racconto di ciò che non si è stati in grado di dire al momento giusto e che adesso prende vita solo attraverso un pezzo di carta.

La chiarezza di una chitarra elettrica e di qualche percussione accompagnano la voce limpida dell’artista che, mediante un testo diretto ed essenziale, non si lascia prendere da allegorie ma racconta in modo spontaneo di un amore ormai lontano che non si è potuto vivere abbastanza a causa del tempo.

Tuttavia, nella grandezza di quelle semplici parole racchiuse in poco più di due minuti e mezzo, l’artista lascia libera interpretazione agli ascoltatori.

"Le mie canzoni nascono e muoiono in pochi minuti, le scrivo di getto - dice l'artista - solo alla fine decido se tenerle o meno; è raro che nel caso in cui non mi piaccia la provi a modificare, perché di solito è troppo tardi e non verrebbe naturale. La musica è l’unico strumento che riesce a liberare davvero quello che ho dentro. Nella musica non conta come la pensi, non conta il giudizio: non esiste né giusto né sbagliato. Tra i versi delle mie canzoni nascono tante cose, alcune che avrei voluto confessare, altre che probabilmente non riuscirò mai a dire. Astronave parla di una partenza e rappresenta una pagina di diario che avrei voluto scrivere. Spesso con la musica riesco a usare parole che nella vita reale non riuscirei mai a dire. Per quanto riguarda il significato del brano - conclude - penso che le canzoni si raccontino da sole, non è necessario dare troppe spiegazioni. Il bello della musica è proprio la possibilità di rendere proprie le canzoni, riadattandole alla propria vita e alle proprie esperienze".

Ascolta QUI "Astronave".


Gustavo, all’anagrafe Gustavo Casella, nasce a Genova il 3 agosto 1996 scoprendo ben presto la sua passione per la musica. All’età di 6 anni scrive la sua prima canzone e a 10 prende in mano per la prima volta una chitarra, dalla quale diventa inseparabile.

Dopo il liceo, la parentesi universitaria e qualche anno all’interno di un ristorante come cameriere, decide di partire per l’Australia dove rimane per un anno. Qui matura la consapevolezza che scrivere canzoni e sfogarsi attraverso di esse sia la sola cosa che lo stimoli davvero a livello emotivo.

Rientrato in Italia e abbandonato qualsiasi altro progetto, decide di dedicarsi interamente alla musica e oggi alla produzione artistica dei suoi pezzi grazie alla collaborazione con Fulvio Masini (già Banana Joe).

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium