Naturalmente Silvia | 31 ottobre 2019, 16:55

Erbe aromatiche della Liguria: conosciamone le proprietà

Andiamo alla scoperta delle erbe locali, dei benefici che hanno sul nostro corpo e delle ricette in cui usarli

Erbe aromatiche della Liguria: conosciamone le proprietà

Liguria, una regione straordinaria dalla forma particolare stretta tra i monti e il mare, proprio questa sua conformazione le dona una condizione climatica particolarmente favorevole alla coltivazione delle piante aromatiche.

L’utilizzo degli aromi in cucina è noto ma, in realtà, non è l’unico ambito di utilizzo in cui queste piante possono tornarci utili. Sia selvatiche che coltivate le proprietà sono diverse e il loro utilizzo va dalla cosmesi alla medicina.

Nello specifico le piante aromatiche liguri sono:

➢ alloro

➢ basilico

➢ erba cipollina

➢ lavanda

➢ maggiorana

➢ melissa

➢ origano

➢ rosmarino

➢ salvia

➢ timo

Le piante aromatiche hanno tante caratteristiche che le rendono

così speciali ed interessanti, le loro proprietà organolettiche fanno

si che donino un gusto ed un aroma speciale ai cibi ai quali

vengono accostate ma allo stesso tempo non dobbiamo

dimenticare i tantissimi benefici che posso donare a chi li assume

come rimedio erboristico. Spesso grazie alle loro proprietà legate

all’apparto gastro-enterico rendono i piatti più digeribili.

La Melissa, ad esempio, bevuta calda in infuso dopo pranzo rilassa

lo stomaco e favorisce la digestione; il rosmarino favorisce le funzioni del fegato.

Gli usi più diffusi delle erbe aromatiche sono tre:

➢ rimedio naturale contro raffreddore e stati infiammatori

➢ in cucina per insaporire primi e secondi piatti

➢ in cosmesi per la preparazione di creme e prodotti da bagno

Nella tradizione culinaria ligure sono spesso presenti erbe aromatiche come l’alloro, il basilico e il timo che leghiamo solo ai piatti tipici e sono quasi del tutto sconosciute le loro proprietà terapeutiche.

ALLORO

Sacro per i Romani e Greci che lo consideravano l’albero del dio Apollo e da sempre simbolo di gloria.

Ricco di olio essenziale, è stimolante, diuretico, digestivo, stomachico ed espettorante. L’infuso aiuta la digestione, evitando la fermentazione, combatte i dolori di stomaco e l’inappetenza. Il decotto è raccomandato in caso di raffreddore e dolori reumatici.

Infuso di alloro

Un cucchiaio di foglie di alloro essiccate per una tazza d’acqua.

Versare l’alloro nell’acqua bollente attendere 10 minuti e filtrare.

Il liquido ottenuto facilita la digestione e decongestiona il tratto gastro-intestinale.

Decotto di alloro

10g di tiglio, 10g di sambuco, 10g di alloro, 10g di salvia in 250ml di acqua .

Mescolare in maniera omogenea le erbe ponetele nell’acqua e portate ad ebollizione per 2/3 minuti, lasciate intiepidire e filtrate.

In caso di raffreddore consumare una tazza addolcita da un cucchiaino di miele prima di andare a letto.

BASILICO

In passato gli attribuivano virtù magiche e afrodisiache; il nome in greco significa “degno della casa del re” in chiaro riferimento al suo gradevole profumo. Stimolante ed eccitante, antispasmodico e disinfettante. Utile in caso di digestione difficile, alitosi, ansia e spasmi gastrici. Usato crudo sul cibo per aiutare la digestione; come decotto o infuso per indigestione, raffreddore, influenza, mal di testa,nausea, crampi addominali, agitazione e nervosismo.

Infuso di basilico per la gastrite

2 cucchiai di basilico in 1 litro di acqua bollente lasciare per 15 minuti, filtrare e bere dopo ciascun il pasto.

Infuso di basilico per cattiva digestione e mal di testa

25g di basilico, 25g di tarassaco, 25g di timo, 25g di melissa.

Miscelare le erbe, prelevarne un cucchiaio e metterlo in infusione in 250ml di acqua bollente lasciarlo per 10 minuti poi filtrare.

Bere 2/3 volte dopo i pasti ottima alternativa al caffè, facilita la digestione e attenua il mal di testa che talvolta ne consegue.

Decotto di basilico per l’alitosi

10g di basilico, 10g anice verde e 10g liquirizia.

Miscelare le erbe, prelevarne un cucchiaio e metterlo a bollire in 250ml per circa 2 minuti fate riposare e filtrare.

Bere mezza tazza prima dei pasti per preparare la digestione e combattere l’alitosi.

TIMO

Piccolo arbusto che cresce dal mare ai 2000 metri dal gradevole profumo e spiccate proprietà anticatarrale, antisettico, tonico del sistema digestivo, stimolante, antibiotico.

Come infuso viene utilizzato per la tosse e le affezioni delle vie respiratorie.

Infuso di timo

5g di timo in 250ml di acqua bollente per 15 minuti.

Filtrare e bere

In cucina può essere impiegato per rendere più digeribili i cibi e prolungarne le conservazione, si lega a carne, pesce, verdure e sughi.

Le erbe aromatiche, così come le spezie, sono un vero e proprio “tesoro” che unisce tradizione, gusto e salute.

Esistono decotti, tisane e suffumigi, sconosciute a molti che utilizzano le proprietà curative delle erbe aromatiche più utilizzate nelle ricette tradizionali liguri come l’alloro, il basilico, e il timo che fanno della nostra cucina una piccola e preziosa farmacia dal profumo alchemico.

Per contattare Silvia Aracari: silvia.arcari73@gmail.com

Segui Silvia Arcari anche sui Social:

Facebook: https://www.facebook.com/Silviarcari/

Instagram: https://www.instagram.com/silvia_arcari_naturopata/

Silvia Arcari

Leggi tutte le notizie di NATURALMENTE SILVIA ›

Naturalmente Silvia

Sono la Dott. Silvia Arcari, Farmacista e Naturopata Funzionale.
La laurea in Farmacia, conseguita presso l'Università di Genova nel 2000, mi ha fornito le conoscenze scientifiche per comprendere i complessi meccanismi che regolano il corpo umano, mentre i miei approfondimenti olistici come Naturopata e la specializzazione in Medicina Funzionale mi hanno resa consapevole di quanto siamo responsabili della nostra consentendomi di applicare durante le mie consulenze la medicina integrata affiancando alle medicine tradizionali quelle naturali.
Questa rubrica mi piacerebbe fosse uno spazio dedicato alla salute naturale, dove le caratteristiche organiche e funzionali dei rimedi erboristici e degli alimenti diventano un tutt'uno con l'organismo supportandolo nelle sue funzioni.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium