/ Attualità

Attualità | 14 novembre 2019, 17:23

Natale a Villa Duchessa con l’antico presepe e le visite guidate

Varato il calendario del Parco storico di Voltri, con tante iniziative aperte a tutti. Il gioiello del Ponente genovese continua a risplendere grazie all’impegno dei gestori e alla buona volontà degli Amici di Villa Duchessa

Natale a Villa Duchessa con l’antico presepe e le visite guidate

Anche nei mesi freddi, anche dopo le allerte, anche dopo le numerose difficoltà riscontrate - dovute soprattutto ai danni procurati dal maltempo - l’attività del Parco storico di Villa Duchessa di Galliera non si ferma. Lo splendido sito di Voltri, vera perla non soltanto della delegazione ma di tutto il Ponente genovese, presenta un ricco e interessante programma relativo ai prossimi mesi, che, come sempre, è curato dall’associazione temporanea d’imprese che, nel 2014, vinse il bando pubblicato dal Comune di Genova per la gestione degli spazi: si tratta di Aps Sistema Paesaggio, che cura gli spazi esterni e il bellissimo Giardino all’Italiana, ma anche dell’Associazione Amici di Villa Duchessa di Galliera, dell’Associazione Anima Mundi e del Teatro Cargo.

Dopo l’apertura delle Cripte dei Duchi di Galliera, che si è svolta in occasione della Commemorazione dei Defunti, presso il Santuario di Nostra Signora delle Grazie, il prossimo evento in calendario è fissato per l’8 dicembre, giorno della festa dell’Immacolata Concezione, con l’inaugurazione del Presepe Storico della Duchessa, anch’esso conservato presso il Santuario di Nostra Signora delle Grazie.

Per tutto il mese di novembre, invece, sono previste visite guidate al Parco, con degustazione delle eccellenze del territorio, a cura dei produttori locali, e con i ‘Gustosi per Natura’ del Parco del Beigua, che è diventato tempo fa Patrimonio dell’Unesco.

In un Ponente dove ci sono tanti problemi, dove il rapporto tra attività produttive e insediamenti abitativi è spesso difficile e conflittuale, dove le manutenzioni potrebbero decisamente funzionare meglio, ci sono anche stupende esperienze come questa di Villa Duchessa, che brillano grazie all’impegno dei gestori e dei numerosi volontari, tutti animati da una grandissima passione e desiderosi di mantenere sempre al massimo dello splendore il loro ‘gioiello’.

Gli appuntamenti a cura del Parco storico proseguiranno il 15 dicembre, con ‘Natale in Cerusa’, ovvero l’allestimento del presepe medievale e degli antichi mestieri nel Borgo Medievale di Cerusa, cioè la parte più antica di Voltri.

Il 27 dicembre, quindi, visita guidata in trekking al Presepe Storico della Duchessa, con partenza dal Giardino all’Italiana (ovvero la parte più bassa del Parco) e salita verso il Santuario di Nostra Signora delle Grazie. Il 4 e 5 gennaio, infine, è prevista l’apertura straordinaria della Sala delle Conchiglie: visita guidata, alla luce delle candele, dello spettacolare ambiente, allestito con i teli di fiandra della Duchessa e con altri oggetti originali, oltre che visita al Teatro Storico e alla mostra dei Marmi Ritrovati. Parteciperanno la Compagnia Italiana di Teatro-Danza, il duo Noli-Soattin e il gruppo storico Villa Duchessa di Galliera. L’ingresso sarà a offerta libera, a gruppi di massimo venti persone. Ulteriori dettagli saranno pubblicati sul portale web recentemente rinnovato, www.villaduchessadigalliera.it, e sui canali social del complesso.

Con i suoi trentadue ettari e diciotto chilometri di viali, appena alle spalle di Voltri, il Parco è una delle attrazioni principali della zona. Risale al XVIII secolo e fu voluto dalla potente famiglia dei Brignole-Sale: ha ospitato nobili e ambascerie dai regni europei. Un grande Giardino all’Italiana, un teatro bomboniera del 1785, un bosco romantico, un castello neoromanico con grotte e cascate artificiali, ulivi, daini, caprette tibetane e un antico santuario realizzati su una collina che domina Voltri e il Mar Ligure fra Genova e Savona sono veramente una realtà da non perdere, per i genovesi ma anche per chi arriva da fuori.

Acquistata nel 1675 da Giovanni Francesco Brignole Sale, negli anni la Villa ha ospitato diversi ospiti illustri, tra cui: Luisa Maria Adelaide di Borbone-Penthièvre, Maria Cristina di Savoia, Ferdinando II di Borbone, re Carlo Alberto, la regina Maria Teresa d’Asburgo e gli imperatori Francesco Giuseppe d’Austria e Guglielmo II di Germania. Il giardino divenne famoso nella prima metà dell’Ottocento per le sue camelie e la collezione di agrumi, talmente apprezzati che venivano inviati regolarmente come regalo a Maria Teresa, regina di Sardegna e moglie di Carlo Alberto di Savoia. Di quegli anni è la rappresentazione di M.P. Gauthier e la descrizione fatta dal Bertolotti nel 1832: ‘Tra principesche sale, nel mezzo di giardini e boschi di rinomanza europea’. Negli ultimi anni della Seconda Guerra Mondiale, le truppe tedesche la dotarono di opere difensive per il controllo della costa e delle valli Leira e Cerusa. Mentre le trincee non sono più visibili, sono ancora presenti bunker di vedetta e di ricovero.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium