/ Cultura

Cultura | 14 novembre 2019, 14:48

Università della Terza Età: a Genova record d'iscritti

Quest’anno Unite ha totalizzato 1643 iscritti, + 232 rispetto all’anno scorso, raddoppiati rispetto all’a.a. 2016-17

Università della Terza Età: a Genova record d'iscritti

Giovedì 14 novembre alle ore 10, nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Genova, si è svolta la Cerimonia di Apertura dell’Anno Accademico 2019/2020 dei Corsi di cultura organizzati dall’Università degli Studi di Genova per l’Università della Terza Età – UniTE.

Hanno aperto la Cerimonia, con un saluto, Serena Bertolucci, direttrice di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Paolo Comanducci, Magnifico Rettore dell’Università di Genova e Francesco Surdich, Presidente dell’Università della Terza Età UniTE.

A seguire Gianni Franzone, uno dei due curatori della Mostra insieme a Matteo Fochessati ha tenuto una lectio magistralis dedicata alla mostra Anni Venti in Italia. L’età dell’incertezza in corso a Palazzo Ducale.

Francesco Surdich ha introdotto il filo conduttore di quest’Anno Accademico, Da Leonardo alla Luna,  riconducibile a due importanti anniversari del 2019: il cinquecentenario della morte di Leonardo Da Vinci e i cinquant’anni dell’allunaggio. L’intento è di celebrare il genio umano in tutte le sue sfaccettature e ricordare le invenzioni e le scoperte che hanno accompagnato la storia dell’uomo fino alla conquista dello spazio.

Diversi corsi e lezioni verranno dedicati a questi temi e verranno organizzati due eventi aperti alla cittadinanza, uno su Leonardo e uno sulla Luna, con eminenti personaggi del panorama culturale nazionale.

Il prof. Surdich ha infine consegnato a 7 studenti di UniTE dell’anno accademico 2018/2019 l’attestato di laurea per la propria Area di appartenenza: quest’anno i laureandi si suddividono tra Umanistica, Sociale e Medicina e Farmacia.

Il Magnifico Rettore ha illustrato tutte le novità didattiche del nuovo anno accademico e i dati sull’andamento dell’Università della Terza Età.

L’Offerta Formativa per l’Anno Accademico 2018/2019 prevede:

·       6 corsi di Area: Architettura, Ingegneria, Medicina e Farmacia, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Sociale (Economia, Giurisprudenza, Scienze Politiche), Umanistica (Lettere, Storia e Filosofia, Scienze della Formazione, Lingue, Letterature e culture moderne)

·       4 corsi integrativi a scelta tra Cultura musicale, Lingua e letteratura, Storia dell’Arte e Teoria e tecniche del Disegno e della Pittura.

Sono inoltre offerti, con un piccolo costo aggiuntivo, corsi di lingua a livello base, intermedio e avanzato e un corso di fotografia.

L’Offerta Culturale proposta agli iscritti quest’anno è particolarmente ricca: oltre al prezzo agevolato della Museum Card  sono previsti sconti per gli abbonamenti per Teatro Nazionale di Genova, Teatro Carlo Felice e Cinema Cappuccini di Genova, sconti su alcuni spettacoli del Teatro della Tosse e la gratuità della quota associativa per le attività sportive organizzate dal CUS Genova. E’ attiva inoltre la collaborazione con la fondazione Palazzo Ducale per l’organizzazione di eventi culturali aperti al terriotrio.

I numeri sono in crescita: gli iscritti passano dai 1410 dello scorso anno ai 1643 dell’anno accademico 2019/2020, di cui 1139 femmine e 504 maschi. Le nuove iscrizioni sono 461 e ben 1182 i rinnovi.

L’età media dei partecipanti è 69 anni, le tre persone più anziane hanno 94 anni, mentre l’iscritto più giovane 45.  

Il successo dei corsi proposti da Unite è dovuto all’alta qualità dell’offerta formativa garantita dai professori dell’Ateneo che offrono la loro collaborazione a titolo volontario e da selezionatissimi giovani formatori che trovano in Unite un’occasione di crescita professionale che, in questo caso, viene invece retribuita.

Le quote di iscrizione si mantengono negli anni estremamente competitive: 50 euro il costo per la prima iscrizione, 30 euro per gli anni successivi.

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium