/ Cronaca

Cronaca | 15 novembre 2019, 11:08

Vigili del fuoco in piazza: "Stipendi bassi e nessuna copertura Inail, inaccettabile"

La manifestazione, organizzata da Cgil, Cisl e Uil, terminerà davanti alla prefettura, dove una delegazione dei lavoratori sarà ricevuta dal Prefetto (FOTO e VIDEO)

Vigili del fuoco in piazza: "Stipendi bassi e nessuna copertura Inail, inaccettabile"

Anche a Genova, come a Roma e in tutti i capoluoghi di Regione, è andata oggi in scena la protesta dei vigili del fuoco, sostenuta da Cgil, Cisl e Uil: i pompieri rivendicano un aggiornamento delle retribuzioni, bloccate da molto tempo, ma soprattutto un cambio di passo per quanto riguarda la tutela in caso di infortunio sul lavoro o di patologia professionale.

"I motivi della protesta sono molteplici - spiega Luca Infantino, coordinatore regionale Cgil vigili del fuoco - a partire dai salari veramente bassi e fermi da anni, senza essere assolutamente allineati a quelli delle altre forze dello Stato. Abbiamo problematiche legate alle dotazioni organiche, assolutamente deficitarie sia in ambito nazionale che in ambito ligure e genovese. Un'altra delle questioni importanti è quella che i vigili del fuoco non sono soggetti a Inail; si tratta di una cosa molto grave perché i vigili de fuoco non hanno una vera assicurazione che li tuteli in caso di infortuni sul lavoro o insorgenza di malattie professionali".

La protesta dei vigili del fuoco andrà avanti, e sono già previsti altri appuntamenti da qua a fine anno: "Questa è una prima giornata di mobilitazione a cui seguiranno  quattro giornate di sciopero a partire dal 4 di novembre, poi il 5, il 12 e il 21 di dicembre", conclude Infantino. 

La partenza della manifestazione:

Carlo Ramoino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium