/ Economia

Economia | 16 novembre 2019, 11:00

"Adotta un talento": il nuovo progetto di Università di Genova e aziende liguri

Sempre più stretta la collaborazione tra Università di Genova e aziende del territorio ligure per la valorizzazione delle risorse umane formate in Ateneo. Sono gli ambiti di Ingegneria, di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali e di Economia che fanno da apripista a nuove modalità d’interazione tra aziende e corsi di studio

"Adotta un talento": il nuovo progetto di Università di Genova e aziende liguri

Sempre più stretta la collaborazione tra Università di Genova e aziende del territorio ligure per la valorizzazione delle risorse umane formate in Ateneo. Sono gli ambiti di Ingegneria, di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali e di Economia che fanno da apripista a nuove modalità d’interazione tra aziende e corsi di studio, basate su un più stretto coinvolgimento delle aziende stesse nei percorsi formativi degli studenti UniGe, anche con l’erogazione di borse di studio a sostegno dell’impegno dei più meritevoli.

È stato di recente sottoscritto un accordo tra DIH - Digital Innovation Hub Liguria e Università di Genova che ha come finalità la realizzazione di percorsi formativi individuali in azienda, in una prima fase sperimentale dedicati agli iscritti dei corsi di studio magistrali di Computer scienceIngegneria informatica e Management dell’Ateneo genovese, con la contestuale assegnazione di una borsa di studio. Nello specifico, i ragazzi interessati, in possesso dei requisiti di merito richiesti, potranno essere selezionati per partecipare a un’esperienza curricolare di tirocinio e/o tesi in azienda arricchita da un percorso formativo aggiuntivo che avrà ad oggetto l’approfondimento di temi connessi al paradigma “Industria 4.0”.

All’iniziativa, prima nel suo genere, partecipano, coordinate da DIH Liguria, le principali aziende ICT del territorio ligure che metteranno a disposizione personale e facilities aziendali per la realizzazione del progetto formativo degli studenti partecipanti e, complessivamente, 88.000 euro per l’assegnazione di 22 borse di studio.

Si tratta di un primo progetto su piccola scala che evolverà velocemente verso il coinvolgimento degli studenti di molti altri corsi di studio. Numerose aziende coinvolte hanno infatti già evidenziato il loro forte interesse ad accogliere, nell’immediato futuro, anche studenti di altri ambiti (tra i quali, ad esempio, Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni) che potranno beneficiare di analoghe forme di percorsi formativi misti tra università e azienda e relativa borsa.

Per informazioni di dettaglio è possibile consultare il testo del bando (scadenza 29 novembre 2019).

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium