/ Politica

Politica | 18 novembre 2019, 17:55

Centro Civico Buranello, Falcidia: "Chiesto al Comune intervento sul tetto della palestra"

Il Municipio II Centro Ovest ha chiesto all'assessore al Bilancio Piciocchi di inserire nella prossima annualità, all'interno del bilancio triennale, le risorse per l'intervento; Falcidia: "Siamo fiduciosi sull'accoglimento della richiesta"

Palestra del Centro Civico Buranello

Palestra del Centro Civico Buranello

Alcuni giorni fa il nostro giornale aveva documentato lo stato in cui versano a Sampierdarena la palestra dell’Istituto Comprensivo Barabino e quella del Centro Civico Buranello. La prima, di competenza comunale, in parte inagibile nonostante la scuola abbia scritto al Comune molte volte in otto anni per sollecitare un intervento, la seconda polo sportivo in cui si recano ogni giorno centinaia di bambini e ragazzi sia delle scuole elementari, medie e superiori del quartiere, sia delle società sportive, in cui piove dentro, dal tetto, danneggiando il pavimento, che l’anno scorso era già stato oggetto di rifacimento, come ampiamente testimoniato da una docente del Barabino, Isabella Bisacchi, e dal consigliere municipale Mariano Passeri, che nel Centro Civico è anche istruttore di palla mano.

Ebbene, forse per quest’ultima struttura ci sono speranze di un ripristino non lontano. “Si tratta di una questione che stiamo seguendo attentamente e che purtroppo – afferma Renato Falcidia, presidente del Municipio II Centro Ovest, è lontana nel tempo, tanto che l’intervento di 15 anni fa al soffitto del Centro Civico non è stato risolutivo e, tra l’altro, è dovuto a una carenza da parte della precedente amministrazione, relativamente all’impiego dei soldi del Bando per le periferie”.

Attualmente, infatti, il Centro Civico Buranello è oggetto di parziale riqualificazione, che riguarda il piano terra, alcune aule e i voltini ferroviari: “Sapendo del problema al tetto, se ci fosse stata una visione diversa e un impiego diverso delle risorse – continua Falcidia – si sarebbe stati quantomeno lungimiranti nel cercare di salvare prima il tetto e poi il pavimento”.

Polemica a parte, però, quello che il Municipio sta facendo è essersi impegnato nelle riunioni preliminari per la stesura del bilancio triennale del Comune: “Abbiamo chiesto all’assessore Piciocchi di inserire nella prossima annualità le risorse per intervenire, una volta per tutte, sul tetto del Centro Civico. Si tratta di un intervento molto ingente, a livello strutturale, ma dal momento che circa un anno fa sono stati stanziati 20 mila euro per il rifacimento del pavimento della palestra, è giusto ora mettere mano al tetto per non vanificare l’intervento precedente a causa dell’acqua che filtra. Siamo fiduciosi sull’accoglimento da parte del Comune della nostra richiesta”.

Anche perché il Municipio tiene molto a questa struttura, che, in caso di calamità - come abbiamo visto col crollo del Ponte Morandi -  è il primo ricovero degli abitanti della zona e “quindi deve essere sicuro accogliente non solo per la principale destinazione d’uso, che è quella sportiva”.

Per la palestrina dell’Istituto Comprensivo Barabino, invece, ci sarà ancora da aspettare: “Abbiamo fatto sopralluoghi e – conclude Falcidia - come facciamo per le scuole in cui non possiamo intervenire con le risorse del Municipio, abbiamo fatto richiesta al Comune di impegnarsi perché si trovino soldi anche in questo caso, ma non ho aggiornamenti così puntuali come per il Centro Civico”.

Medea Garrone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium