/ Innovazione

Innovazione | 28 novembre 2019, 16:15

Start up innovative: a Genova le eccellenze in e-commerce, turismo e sanità

Sono innovative, intelligenti, utili. In una parola, “smart”. Si tratta delle start up liguri come Eutopia, Teseo e Dotevè

Start up innovative: a Genova le eccellenze in e-commerce, turismo e sanità

Sono innovative, intelligenti, utili. In una parola, “smart”. Si tratta delle start up liguri, con relative invenzioni, che hanno partecipato alla terza edizione di Smau Genova. Si sono presentate, infatti, a quello che è diventato un appuntamento annuale nato allo scopo di favorire la valorizzazione delle eccellenze territoriali e il networking.

E dunque tra queste eccellenze, molte delle quali nate da poco e dalla creatività e la bravura di ragazzi giovani, c’è chi si occupa di sanità, chi è rivolto al turismo ecosostenibile e chi all’e-commerce, ma anche all’industria 4.0 e alle smart communities.

In particolare si tratta della start up genovese Eutopia (www.eutopia.store), l’Amazon della casa, per così dire, in quanto nel “carrello” virtuale della piattaforma si mettono servizi anziché oggetti. E', infatti, il primo negozio online che vende consulenze e servizi per acquistare, arredare, ristrutturare la casa: “acquistare uno di questi prodotti vuol dire avere a disposizioni i nostri professionisti, che sono designer, architetti, geometri, agenti immobiliari”, spiega Caterina Giustini. Eutopia, quindi, è un e-commerce in cui è possibile comprare sia la consulenza completa, sia un unico prodotto, come “la semplice valutazione della casa da mettere in vendita, piuttosto che il supporto all’uso di un portale immobiliare in cui caricare le foto”. Nata a Genova da pochi mesi, presto Eutopia sarà disponibile anche sul territorio di Milano.

Per chi sta in casa, invece, ed è anziano, esiste Kibi (www.kibi.tech), della start up Teseo (www.teseo.tech), una spin off dell’Università di Genova in cui lavorano dieci persone e che sviluppa intelligenze artificiali e per l’apprendimento automatico (già vincitrice del bando ICE e selezionata come start up innovativa al Web Summit di Lisbona). Kibi  è un sistema che usa dispositivi indossabili, come lo smartwatch, e ambientali, come i Bicom, e permette alle persone anziane di “poter vivere in autonomia, ma fruendo dell’aiuto, a distanza, degli altri", perché è un sistema di monitoraggio, non invasivo, privo di telecamere, e che, rispetto ad altre offerte dedicate allo stesso target di persone, “oltre a rilevare le cadute, che rappresentano l’evento più drammatico, può identificare gesti quotidiani significativi legati al riposo, all’alimentazione e all’igiene personale, che sono le attività che rappresentano il livello di indipendenza e benessere della persona”, spiega Antonella Giuni. Infatti Kibi è in grado di imparare le abitudini e le attività dell’anziano, adattandosi e rilevandone eventuali anomalie, che possono essere spia di qualche forma di malessere. Infine il sistema svolge anche la funzione del “coach, in quanto fa da motivatore per attività fische trascurate e che, invece, sono importanti, perché consentono di contenere o addirittura fare regredire i problemi cognitivi”.

Legata al turismo territoriale, invece, è Dotevè (www.doteve.com), neonata start up della Spezia, improntata all’ecosostenibilità, e che ha come motto “dove vai – do te vè, dove vuoi”. Si tratta, infatti, di un’offerta turistica esperienziale, autonoma ed ecosostenibile, in quanto “sono messi a sistema consigli, esercenti, come ristoratori, stabilimenti balneari e musei, direttamente nell’applicazione Dotevè Experience - spiega Enrico Sommarughi - in modo che il turista possa personalizzare la propria gita giornaliera, da vivere su una moto elettrica". A bordo di una Vespa a emissioni zero e munito di smartphone con app preinstallata, appunto, il cliente può scegliere tra sei diversi percorsi tra la Spezia e i territori circostanti, conoscendo, così, percorsi alternativi a quelli più consueti, come Tellaro e Monte Marcello, insigniti del titolo di Borghi più belli d’Italia.

Un’altra piattaforma dedicata al turismo è quella sviluppata da Letyourboat (Genova) con l’omonimo marketplace che mette in contatto armatori e turisti. Improntata alla sostenibilità è anche H2Boat (Genova), che sviluppa tecnologie che utilizzano idrogeno nel settore nautico e navale. Colouree (Genova), invece, ha sviluppato una piattaforma web che consente a chiunque (soprattutto manager, investitori e consulenti) di analizzare e comprendere in soli tre click il contesto di qualsiasi edificio o area nel mondo, ottenendo i risultati dell'analisi di quasi un milione fra dati geo-referenziati e misurazioni automatizzate

 

Medea Garrone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium