/ Eventi

Eventi | 30 novembre 2019, 10:46

Santa Margherita Ligure: incontro in biblioteca tra mediatori culturali e studenti dell'Istituto Caboto

Sono state illustrate ai ragazzi le caratteristiche della professione del mediatore culturale e quali studi bisogna seguire per intraprendere questa professione di recente introduzione e per la quale esistono attualmente specifici corsi di laurea

Santa Margherita Ligure: incontro in biblioteca tra mediatori culturali e studenti dell'Istituto Caboto

Si è tenuto venerdì 29 novembre 2019, alla biblioteca civica “A. e A. Vago” di Santa Margherita Ligure, un dialogo-confronto tra i due mediatori culturali che operano nello sportello informa stranieri (attivo da ottobre in città) e gli studenti che frequentano, a Santa Margherita Ligure, l’Istituto Caboto.

Per l’occasione sono state illustrate ai ragazzi le caratteristiche della professione del mediatore culturale e quali studi bisogna seguire per intraprendere questa professione di recente introduzione e per la quale esistono attualmente specifici corsi di laurea. Non è infatti sufficiente conoscere bene la lingua straniera (come fanno ad esempio, per la traduzione vera e propria, gli interpreti), ma anche la cultura di quel determinato Paese; è pertanto doveroso spiegare comportamenti e rispettivi modi di vivere.

Un ruolo importante svolto dai mediatori è quello ricoperto nelle strutture sanitarie, nel contesto dei servizi pubblici, nei tribunali, come ruolo di facilitatore. Alcuni ragazzi dell’Istituto Caboto presenti all’incontro in biblioteca si sono infatti mostrati interessati a pensare questa come un’opportunità lavorativa; alcuni di loro, avendo i genitori stranieri, hanno riconosciuto l’importanza di conoscere anche più lingue.

L’evento che si è tenuto a Santa Margherita Ligure rientra nel Progetto ministeriale FAMI - Fondo Asilo Migrazione e Integrazione - in collaborazione con l’Informa-giovani e il Consorzio Agorà, cooperativa che ha vinto il bando e fornisce i mediatori culturali.

Si ricorda che da ottobre è attivo a Santa Margherita Ligure lo Sportello informa-stranieri, che rientra in un progetto finanziato dal Ministero dell’Interno ed è gestito a livello distrettuale (distretto socio sanitario 14 Zoagli-Rapallo-Santa Margherita Ligure-Portofino). Si tratta di un servizio rivolto a persone residenti in città, che incontrano difficoltà con la lingua italiana e che hanno allo stesso tempo bisogno di confrontarsi con il Servizio Sanitario o con la Pubblica Amministrazione.

Lo Sportello informa-stranieri è attivo, proprio al piano terra della biblioteca civica “A. e A. Vago” di via Cervetti Vignolo, che ha ospitato l’incontro tra mediatori culturali e studenti del Caboto, il lunedì dalle 14.15 alle 16.15 (russo, moldavo, inglese, francese) e il giovedì dalle 9 alle 12 (tamil e sinhala).

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium