/ Cronaca

Cronaca | 01 dicembre 2019, 17:41

Due arresti per una rapina a bordo di mezzi pubblici

Il crimine risale allo scorso 13 ottobre, da allora le indagini sono continuate fino all'individuazione dei due probabili colpevoli

Due arresti per una rapina a bordo di mezzi pubblici

Genova - Nell’ambito delle attività di contrasto alla criminalità diffusa, la polizia, coordinata dalla Procura della Repubblica del Capoluogo ligure, ha tratto in arresto due cittadini algerini, di 33 e 26 anni, irregolari sul territorio nazionale, senza fissa dimora e gravati da precedenti di polizia, per tentata rapina aggravata in concorso.

Il provvedimento restrittivo è stato adottato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Genova.

Le indagini condotte dalla Squadra Mobile genovese hanno consentito di raccogliere a loro carico gravi elementi di responsabilità in relazione ad una tentata rapina commessa nella serata del 13 ottobre scorso a Sampierdarena: intorno alle ore 23:00 gli indagati, trovandosi a bordo di un mezzo pubblico della linea urbana 9, in transito in via Cantore, hanno sottratto il portafoglio ad un uomo di 62 anni.

Dopo il fatto, al fine di agevolarsi la fuga, hanno diffuso dello spray urticante all’interno della vettura e, inoltre, hanno spintonato e minacciato con un coltello un cittadino albanese di 23 anni intervenuto in difesa del derubato.

Durante tali fasi, quest’ultimo è riuscito a rientrare in possesso del portafogli; tuttavia i rapinatori, nel darsi alla fuga, si sono impossessati dello zaino del giovane albanese.

All’esito delle attività investigative, i responsabili sono stati colpiti da Ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il 26enne è stato individuato lo scorso 12 novembre nel centro storico da personale dell’U.P.G. e S.P., mentre il 33enne è stato rintracciato ieri pomeriggio nei pressi della Stazione di Torino Porta Nuova da personale della Squadra Mobile di Genova, in collaborazione con i colleghi dell’omologo ufficio torinese.

Gli arresti descritti rientrano nel più ampio dispositivo di contrasto alla criminalità “da strada” ordinato dal questore, che vede coinvolti diversi uffici e reparti della Polizia di Stato, finalizzato a contrastare un fenomeno delittuoso che colpisce sovente fasce esposte della cittadinanza. In particolare, negli ultimi 10 giorni la Squadra Mobile genovese ha tratto in arresto 7 soggetti responsabili di reati di tale genere.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium