/ Cronaca

Cronaca | 03 dicembre 2019, 17:36

Anziani in struttura: dalla Regione 3,8 milioni di euro e apertura sull’ipotesi voucher

Il consigliere regionale Muzio: “Sono due buone notizie per gli anziani ospitati nelle Residenze protette e ringrazio l’assessore Viale per l’attenzione dimostrata”

Anziani in struttura: dalla Regione 3,8 milioni di euro e apertura sull’ipotesi voucher

Sono 3.800.000 gli euro destinati al potenziamento dell’offerta di residenzialità per anziani, con accesso alla manifestazione d’interesse anche per le strutture ad oggi non convenzionate con la Regione; possibilità anche di mettere in campo, nel prossimo futuro, il sistema dei voucher per sostenere la libertà di scelta della Residenza protetta da parte delle famiglie.

Queste le novità emerse nel corso della discussione, in Consiglio regionale, dell’interrogazione presentata dal consigliere regionale di Forza Italia Claudio Muzio al quale ha dato risposta in aula l’assessore alla Sanità Sonia Viale. “Sono due buone notizie – ha dichiarato Muzio – per gli anziani ospitati nelle Residenze protette, 3,8 milioni di euro immessi nel sistema sono un aiuto concreto per le famiglie che devono sopportare un peso economico enorme per la gestione di un anziano in struttura. Dare la possibilità, anche a chi non è convenzionato, di partecipare alla manifestazione d’interesse è un’azione politica importante che favorirà una maggiore concorrenza tra le strutture e quindi un ulteriore innalzamento della qualità, un ampliamento dell’offerta ed una maggiore possibilità di scelta contribuendo inoltre ad evitare lo spostamento da una residenza all’altra nel momento in cui un anziano entra in graduatoria; su questi temi legati all’invecchiamento c’è un bisogno impellente di risposte”.

“Ringrazio l’assessore Viale – ha concluso Muzio – per l’attenzione dimostrata ed anche per l’apertura sull’ipotesi dei voucher da me prospettata: i buoni da utilizzare per la scelta della struttura potranno rappresentare una tappa di rilievo nel percorso di sostegno agli anziani e alle loro famiglie”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium