/ Eventi

Eventi | 03 dicembre 2019, 11:47

"Voci Marine": chiude il Festival Le Strade del Suono

Dopo Michaël Lévinas, Sabato 7 dicembre, alle ore 16.30 al Galata Museo del Mare lo spettacolo “Voci Marine”, un concerto in co-produzione tra il festival Le Strade del Suono e l’Associazione Culturale Pasquale Anfossi

"Voci Marine": chiude il Festival Le Strade del Suono

Lunedì 2 Dicembre il Festival Le Strade del Suono ha portato a Genova un gigante della musica d’oggi: Michaël Lévinas. Il grande compositore e pianista francese ha passato un’intera giornata con gli studenti del Conservatorio Niccolò Paganini, prima tenendo una masterclass di pianoforte sui suoi tre “Etùdes”, poi provando il “Concert pour le piano Espace n.2”, un suo brano elettroacustico per pianoforte e cinque strumenti. La composizione dell’Ensemble era formata per metà da studenti del Conservatorio e per metà da componenti dell’Eutopia Ensemble. Una giornata straordinaria, di crescita musicale per tutti.


Sabato 7 dicembre, alle ore 16.30 presso la suggestiva cornice del Galata Museo del Mare, chiude la kermesse musicale lo spettacolo “Voci Marine”, un concerto in co-produzione tra il festival Le Strade del Suono e l’Associazione Culturale Pasquale Anfossi.
L’evento prevede un programma-omaggio al grandissimo compositore contemporaneo Goerge Crumb, in occasione del suo 90esimo compleanno. Verrà eseguito “Vox Balaenae - Voice of the Whale”, opera per flauto elettrico, violoncello e pianoforte amplificato, composta per la performance dalla Camerata di New York del 1971, a cui sarà affiancata anche l’esecuzione della Sonata per Violoncello solo. A completare il programma musiche sempre inerenti al rapporto tra suono e mondo marino di Claude Debussy e Maurice Ravel.


Il programma di sabato 7 dicembre:


Claude Debussy Reflets dans l’eau, Poisson d’or, Ondine per pianoforte

George Crumb, Sonata per violoncello solo

Maurice Ravel Jeux d’eau per pianoforte

Claude Debussy Syrinx per flauto solo 

George Crumb Vox Balaenae (Voice of the Whale)


Ljuba Moiz, pianoforte

Martina Rudic, Violoncello

Antonella Bini, Flauto


La manifestazione è stata realizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2019 del bando “Performing Arts”. Con questo festival, “Associazione Il Gioco dell’Arte" è entrato a far parte di PERFORMING +, un progetto per il triennio 2018-2020 lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium