/ Attualità

Attualità | 11 dicembre 2019, 16:37

Genova: una Bibò a Certosa per invogliare alla lettura ed essere vicini a chi vive le conseguenze del crollo del ponte Morandi

Il presidente Dagnino: “Un segno tangibile alla città di presenza attiva, di vicinanza e sostegno a quei cittadini che stanno vivendo i postumi del crollo del ponte”. Il 14 dicembre alle 17.30 in piazza Petrella

Genova: una Bibò a Certosa per invogliare alla lettura ed essere vicini a chi vive le conseguenze del crollo del ponte Morandi

In occasione dell’accensione dell’albero di Natale in piazza Petrella a Certosa, la cooperativa “Solidarietà e lavoro” presenterà un progetto di promozione alla lettura e alla cultura per rendere più vivibile e partecipato il territorio, grazie al sostegno di Confocooperative cultura turismo sport e la collaborazione col Municipio 5 Valpolcevera.

Nello specifico la cooperativa installerà una Bibò, piccola casetta rustica interamente in legno massel-lo che ospita al suo interno alcuni libri di cooperative editoriali e di piccole case editrici indipendenti; l’obiettivo è quello di dare vita ad un’iniziativa, prima in Liguria ma già presente in altre regioni, che promuova nella comunità la lettura e l’attenzione all’ambiente offrendo agli abitanti un punto di acces-so alla semplice ed immediato.

La cooperativa ha deciso di festeggiare i suoi 30 anni d’attività individuando come fulcro d’intervento l’area che porta maggiormente i segni del crollo del ponte Morandi: “Vogliamo dare un segno tangibile – dice il presidente Stefano Dagnino – alla città di presenza attiva, di vicinanza e sostegno a quei cittadini che stanno vivendo da oltre un anno i postumi del crollo del ponte, poiché crediamo nel capita-le sociale e umano e vogliamo alimentare virtuose catene di valore”.

Una volta terminate le feste natalizie alla Bibò verrà trovata una sistemazione definitiva nel giardino pubblico per diventare più di un semplice punto di book crossing perché la cooperativa, insieme ad altre, si farà ideatrice e promotrice di animazioni letterarie e culturali, iniziative concrete di promo-zione della lettura che intende portare risultati in termini di attenzione e sensibilizzazione. L'intento è poi anche quello di mettere la piccola libreria in relazione alle altre già installate nel resto di Italia in mo-do tale da creare un circuito virtuoso di buone pratiche per la lettura e la diffusione del libro, ma allo stesso tempo mettere in contatto diverse comunità favorendo così scambi culturali ed eventi comuni.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium