/ Politica

Politica | 13 gennaio 2020, 09:20

La denuncia del Partito Comunista: "Lavoratori appalti ferroviari del settore pulizie senza stipendio da mesi"

Partito Comunista Italiano: "Prima è toccato ai lavoratori dell’azienda Boni, successivamente, da novembre, a quelli dell’azienda Manital"

La denuncia del Partito Comunista: "Lavoratori appalti ferroviari del settore pulizie senza stipendio da mesi"

Il Partito Comunista Italiano già nei mesi scorsi aveva denunciato la grave situazione in cui si trovano i lavoratori degli appalti ferroviari del settore pulizie e a fine ottobre scorso aveva partecipato a una loro mobilitazione a Genova.

"Da tempo i dipendenti non si vedono accreditare lo stipendio e, nonostante siano passati mesi, nulla è cambiato. Prima è toccato ai lavoratori dell’azienda Boni, successivamente, da novembre, a quelli dell’azienda Manital", fa sapere in una nota stampa il Partito Comunista Italiano della Liguria, di Genova, di Savona e della Spezia.

"Si tratta delle ditte appaltanti di quel settore che non riescono a fare fronte ai reali costi di lavoro, problematica che, 'come il sistema vuole', in futuro si verificherà sempre di più a causa di aziende private che si aggiudicano appalti puntando al ribasso, per poi affermare di non riuscire a far fronte neppure a quello gravando sulla pelle dei lavoratori.

"Il Partito Comunista Italiano - conclude la nota - ha incontrato a Genova e supportato fin da subito e in più occasioni i lavoratori di questa realtà in protesta; continuerà a farlo e a lottare finché questo assurdo sistema non cambierà".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium