/ Attualità

Attualità | 21 gennaio 2020, 15:05

Battistini (Linea Condivisa): "No a Junior Cally a Sanremo. L'Ariston non sia megafono per messaggi violenti e sessisti"

Approvato all'unanimità l'OdG di Linea Condivisa: il Consiglio Regionale chiede l'escusione del Trapper dal festival

immagine di repertorio

immagine di repertorio

Il consiglio regionale chiede l’esclusione di Junior Cally dal prossimo Festival di Sanremo: stamane approvato all’unanimità l’OdG presentato da Linea Condivisa che chiede l’intervento della Regione nei confronti dei vertici RAI. «I messaggi sessisti e violenti diffusi da Junior Cally non devono trovare dimora né in manifestazioni pubbliche né nella dimensione privata di chicchessiaQuesta mattina abbiamo presentato un OdG per esprimere netta contrarietà alla partecipazione del trapper romano alla 70° edizione del Festival di Sanremo – dichiara il vicecapogruppo Francesco Battistini, primo firmatario del provvedimento -. Il testo impegna la giunta a manifestare pubblicamente, a nome di tutto il consiglio regionale, la ferma condanna dei messaggi discriminatori e violenti divulgati da un cantante che addirittura inneggia allo stupro e al femminicidio».

«Chiediamo quindi agli organi di garanzia della RAI di escludere questo personaggio dal concorso canoro, con una motivazione chiara: in Liguria, e per estensione nel nostro Paese, si rispettano le persone indipendentemente dal sesso, dal colore della pelle, dalla nazionalità, dalla religione o dalla fede politica. E si condannano tutte le forme di violenza e discriminazione – sottolinea Battistini -. Infine esigiamo che la RAI non menzioni Junior Cally. Anzi, ogni sera l’emittente dedichi uno spazio alla sensibilizzazione del pubblico contro la violenza di genere».

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium