/ Politica

Politica | 23 gennaio 2020, 11:30

Gronda, Rixi (Lega), “De Micheli spera? Il ministro è lei: subito la firma”

Il commento del deputato e responsabile nazionale alle infrastrutture Rixi: "Il Pd, evidentemente, è sempre più scollato dalla realtà e dalle reali richieste dei territori: ha tolto 500 milioni di euro a Genova per la mobilità urbana per darli a Bologna"

Gronda, Rixi (Lega), “De Micheli spera? Il ministro è lei: subito la firma”

“Resto basito e sconcertato dalle dichiarazioni della ministra De Micheli che in sei mesi alla guida del Mit è riuscita nell’impresa del blocco totale delle opere", ha dichiarato il deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture Edoardo Rixi. 

"Doveva sbloccare prima di Natale la Gronda e rilanciare il Terzo Valico, ma non vediamo muoversi ancora una ruspa. Oggi leggiamo che ‘spera che il cantiere della Gronda apra al più presto’: ma lo sa di essere lei il ministro e che basterebbe una sua firma sul progetto esecutivo, già approvato in ogni sede, perché il cantiere della Gronda venga finalmente aperto? La Gronda è un’opera attesa dal territorio e mi è stato confermato dall’ultimo incontro sul tema a cui ho partecipato a Genova Voltri, una settimana fa.

Il Pd, evidentemente, è sempre più scollato dalla realtà e dalle reali richieste dei territori: ha tolto 500 milioni di euro a Genova per la mobilità urbana per darli a Bologna, amministrazione amica, per la realizzazione di un tram che i bolognesi non vogliono. Il ministro De Micheli torni alla realtà e smetta di fare promesse”, ha concluso Rixi.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium