Naturalmente Silvia | 23 gennaio 2020, 17:00

Tempo d'influenza: i rimedi naturali per guarire

Le sostanze vegetali stimolano il nostro sistema immunitario

Tempo d'influenza: i rimedi naturali per guarire

I medicinali antibiotici sono essenziali la nostra salute.

Da quando fu scoperto il primo antibiotico, la penicillina, questi

farmaci hanno salvato milioni di vite.

Purtroppo il loro uso indiscriminato ed eccessivo sta provocando un problema sanitario definito “resistenza antibiotica” cioè molti batteri diventano immuni con il rischio che malattie che sembravano definitivamente scomparse possano tornare ad essere una minaccia.

Gli antibiotici di sintesi devono essere usati con discernimento solo quando necessari ed esclusivamente su indicazione del medico.

Come primo approccio ai sintomi di alcune patologie batteriche,

virali o fungine possiamo sfruttare le caratteristiche di alcuni fitocomplessi.

Nel corso della loro evoluzione le piante hanno imparato a

difendersi da molti potenziali aggressori.

Le piante e le erbe officinali svolgono il loro effetto benefico non grazie ad una singola sostanza ma ad un insieme di molecole che ne formano il fitocomplesso. Questa caratteristica le rende troppo complicate perché un germe possa diventare “resistente”.

Le sostanze vegetali stimolano il nostro sistema immunitario e lo

sostengono favorendo la cicatrizzazione e la rigenerazione dei

tessuti e la guarigione. Inoltre nelle piante sono presenti vitamine, minerali, oligoelementi, ormoni e tante sostanze che contribuiscono al complessivo miglioramento dello stato di salute.

Per queste caratteristiche sono in grado di ripristinare la naturale capacità di difesa contro i germi. Soprattutto contro i malesseri invernali e le infezioni tipiche di questa stagione è importante saper sfruttare le capacità antimicrobiche di molte sostanze naturali, contenute nelle piante, nelle erbe, nei funghi nei prodotti delle api, ma anche in molti cibi.

Una corretta alimentazione è il primo passo per rafforzare il

sistema immunitario. Diversi frutti e ortaggi sono dei veri e propri nutraceutici cioè dei prodotti alimentari dotati di proprietà salutari.

Arance, mandarini, limoni sono ad esempio, ricchi di vitamina c

utile per prevenire le malattie da raffreddamento.

L’aglio è un potentissimo antibatterico, il cavolo è un

antiossidante utile al potenziamento delle difese immunitarie.

Fra le piante ad azione antibiotica una delle più note è l’Echinacea

che ha effetti antibatterici e antivirali, previene le infezioni e le

malattie invernali. Simile nei suoi effetti benefici è la Rosa Canina

i cui frutti , simili a bacche, contengono sostanze molto utili come

la vitamina C utili nella prevenzione delle affezioni influenzali e

virali dell’apparato respiratorio, nelle malattie da raffreddamento e

negli stati di debilitazione.

Il gel di aloe ricavato dal succo ha un potere battericida spiccato,

aiuta a ridurre l’infiammazione e favorisce la cicatrizzazione.

L’uncaria tomentosa è un rimedio immunostimolante, antibatterico

e antivirale. Serve a contrastare i sintomi legati alle allergie,

influenza, raffreddore e disturbi gastrointestinali.

Il ribes nero è un rimedio definito cortison-like cioè è un potente antinfiammatorio utile nei casi di allergie, dolori muscolari ed articolari e disturbi da raffreddamento.

Le spezie sono un’altra risorsa naturale antibatteriche e antivirale.

Lo zenzero ha un elevato potere antiossidante, è un rimedio

d’elezione per le malattie da raffreddamento drena il catarro e

contrasta le infiammazioni respiratorie. Per sfruttarne le proprietà

basta sciogliere un cucchiaino di polvere in una tisana.

La curcuma è un ottimo antinfiammatorio soprattutto gastrointestinale.

Diverse patologie hanno origine batterica, virale o micotica si

tratta per lo più di patologie invernali che colpiscono per lo più

l’apparato respiratorio e tal volta gastrointestinale.

I rimedi naturali ci danno la possibilità di rinforzare e sostenere il

nostro sistema immunitario, prevenire alcune patologie di

stagione e tal volta affiancare la medicina tradizionale limitandone

gli effetti collaterali. Di seguito alcuni tra i più comuni disturbi di

stagione.

Bronchite: infiammazione dei bronchi che può essere spesso di

origine virale o batterico.

Il Timo è un ottimo alleato antibatterico e in caso di tosse catarrale

o raffreddore è un buon drenante.

Con questo rimedio si può preparare una tisana con fiori e foglie

in infusione per 10/15 minuti da bere 4-5 volte al giorno.

L’olio essenziale di Eucalipto sciolto in acqua bollente sviluppa

vapori che se inalati danno sollievo alle vie respiratorie.

Il raffreddore è un disturbo comune che colpisce il naso e la

faringe, si manifesta con iperproduzione di muco, gola secca,

lacrimazione, mal di testa e starnuti. I rimedi sono diversi.

Possiamo utilizzare il ribes nero per aumentare le difese

immunitarie, il timo per fluidificare i muchi, la rosa canina per

l’apporto di vitamina C.

Per aumentare le difese immunitarie possiamo usare l’Echinacea e

lo zenzero per liberare il naso e ridurre l’infiammazione.

La Propoli è uno dei più efficaci strumenti che le natura ci ha

messo a disposizione contro gli attacchi di germi e batteri.

Utilissimo per combattere laringiti, faringiti e influenze , le sua

azione benefica si estende oltre il distretto respiratorio e risulta ottimo anche nella prevenzione delle patologie batterico virali e micotiche. La propoli arresta ma è anche in grado di prevenire.

Queste sue caratteristiche ad ampio spettro sono date dal fatto che

la propoli è una sostanza resinosa, scura ed aromatica che le api

estraggono dalle gemme e dalla corteccia di alcune piante nella

stagione estiva, la elaborano e la usano per riparare, disinfettare e

proteggere l’arnia.

Silvia Arcari

Leggi tutte le notizie di NATURALMENTE SILVIA ›

Naturalmente Silvia

Sono la Dott. Silvia Arcari, Farmacista e Naturopata Funzionale.
La laurea in Farmacia, conseguita presso l'Università di Genova nel 2000, mi ha fornito le conoscenze scientifiche per comprendere i complessi meccanismi che regolano il corpo umano, mentre i miei approfondimenti olistici come Naturopata e la specializzazione in Medicina Funzionale mi hanno resa consapevole di quanto siamo responsabili della nostra consentendomi di applicare durante le mie consulenze la medicina integrata affiancando alle medicine tradizionali quelle naturali.
Questa rubrica mi piacerebbe fosse uno spazio dedicato alla salute naturale, dove le caratteristiche organiche e funzionali dei rimedi erboristici e degli alimenti diventano un tutt'uno con l'organismo supportandolo nelle sue funzioni.

Leggi anche

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium