/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2020, 15:19

La Phase motion control di Genova investe 10,7 milioni di euro sul futuro

Investimento sostenuto da Invitalia: "Rilevante impatto occupazionale per un progetto ad alto contenuto tecnologico"

La Phase motion control di Genova investe 10,7 milioni di euro sul futuro

Dai supermotori per i sottomarini e gli ascensori dei grattacieli, agli attuatori per i simulatori di volo, passando per i sistemi di controllo per grandi telescopi e i servosistemi delle macchine a controllo numerico: sono solo alcune delle soluzioni ad alto contenuto scientifico e tecnologico prodotte dalla Phase motion control spa di Genova, che trovano nuova linfa grazie ad un investimento di 10,7 milioni di euro sostenuto da Invitalia.

La società, impresa hi-tech di medie dimensioni operante nel settore della meccatronica avanzata e guidata da oltre 30 anni da Marco Venturini che nell’azienda ha messo a frutto le importanti esperienze professionali maturate negli Stati Uniti, ha infatti presentato a Invitalia un progetto d’investimento produttivo ed un progetto di tutela ambientale. Il primo, per 9,1 milioni di euro, è finalizzato alla razionalizzazione e ristrutturazione della sede produttiva di Genova Sestri Ponente dove verranno internalizzate alcune fasi del processo produttivo; il secondo, per 1,6 milioni, è destinato a contenere, in termini energetici, l’impatto dell’attività svolta. Invitalia ha finanziato l’iniziativa con 7,5 milioni di euro di agevolazioni di cui 5,39 milioni in finanziamento agevolato e 2,12 milioni come contributo in conto impianti. Una volta conclusa la realizzazione del programma d’investimento l’impresa incrementerà la propria forza lavoro con 120 nuovi addetti di cui 36 altamente qualificati.

“Il primo degli aspetti importanti di questo investimento – ha dichiarato Domenico Arcuri, amministratore delegato Invitalia – è l’impatto occupazionale, inoltre il progetto è caratterizzato da un alto contenuto tecnologico ed è fortemente competitivo: elementi da non sottovalutare quando si punta a sostenere la crescita e la competitività di un territorio come Genova che ha urgente bisogno di recuperare traiettorie di sviluppo”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium