/ Politica

Politica | 28 gennaio 2020, 16:13

Formazione: tanti gli studenti iscritti ai corsi per le professioni innovative legate al turismo

Cavo: "È fondamentale per il turismo avere addetti sempre più qualificati: la Regione sta investendo molto per offrire ai turisti servizi efficienti e innovativi"

Formazione: tanti gli studenti iscritti ai corsi per le professioni innovative legate al turismo

Sono 259 gli studenti attualmente in aula su un totale di 563 partecipanti ai corsi di formazione gratuiti legati alle professioni turistiche che Regione Liguria, su proposta dell'assessore al Lavoro e al turismo Gianni Berrino e dell'assessora alla Formazione Ilaria Cavo, ha lanciato attraverso il bando pubblicato nel 2019.

Oltre alla professione di accompagnatore turistico già normata a livello nazionale, verranno formate per la prima volta, grazie al Fondo sociale europeo che coprirà tutte le spese, innovative figure professionali come l'accompagnatore cicloturistico, l'accompagnatore di turismo equestre, l'accompagnatore di turisti con esigenze speciali e l'accompagnatore di turismo marino. I centri di formazione nei quali si svolgeranno i corsi hanno sede a Genova, Sarzana, Lavagna, Savona, Albenga, Imperia e La Spezia. Le iscrizioni sono ancora aperte e per accedere ad ulteriori informazioni occorre visitare il sito www.formazionelavoro.regione.liguria.it.

“È fondamentale per il turismo – afferma Berrino – avere addetti sempre più qualificati: la Regione sta investendo molto per offrire ai turisti servizi efficienti e innovativi. Come assessorato al lavoro, inoltre, abbiamo messo a disposizione di queste persone bonus assunzionali del 'Patto per il lavoro nel settore turismo' per favorirne al termine dei corsi l'occupabilità in un settore trainante per l'economia della Liguria. Il nostro obiettivo è che possano subito iniziare a lavorare, una volta terminati i corsi, per dare alla Liguria un turismo sempre maggiore e sempre più di qualità”.

“Il tratto distintivo che abbiamo deciso di dare alla formazione in questa Regione – aggiunge Cavo – è quello di tenere conto, costantemente, delle reali esigenze del mercato del lavoro. Il turismo, e lo confermano i dati recenti delle presenze nella nostra regione, è senza dubbio il settore in cui la Liguria sta crescendo di più e offre opportunità lavorative tra le più significative. Per questo abbiamo deciso di investire 5 milioni di euro per progetti che garantiscono un'occupazione media del 60% per un totale di 390 posti di lavoro previsti, e che formano personale per un turismo a 360 gradi: si va dalle figure più tradizionali come barman, chef, receptionist a quelle più innovative come quelle del tecnico del marketing turistico, dello specialista di siti web fino all' accompagnatore di turismo marino, accompagnatore in escursioni mirate all’osservazione delle specie marine nel Mediterraneo, per esempio per il whale watching”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium