/ Politica

Politica | 13 febbraio 2020, 15:53

Discussione sul bilancio, PD: "Preoccupanti le dichiarazioni dell'assessora Fassio sulle politiche sociali"

"La prima preoccupazione riguarda il fatto che esiste una lista d’attesa per gli inserimenti degli anziani in istituto al momento ferma"

Discussione sul bilancio, PD: "Preoccupanti le dichiarazioni dell'assessora Fassio sulle politiche sociali"

“Nel corso della commissione per la discussione del bilancio di previsione del Comune – scrive in una nota il gruppo consiliare PD Comune di Genova – abbiamo appreso con stupore alcuni dati allarmanti per quanto attiene alle politiche sociali guidate dall’assessora Fassio”.

“La prima preoccupazione – continua la nota – riguarda il fatto che esiste una lista d’attesa per inserimenti degli anziani in istituto al momento ferma a causa, a detta dell’assessore, della scelta delle strutture di preferire gli inserimenti privati rispetto a quelli convenzionati. Si tratta di un’affermazione molto grave perché viene meno al sostegno del prezioso lavoro che le strutture fanno accogliendo da sempre e con priorità le persone provenienti dalle liste del Comune; in realtà il problema sta nel fatto che l’amministrazione non mette sufficienti risorse a bilancio per questo servizio”.

“Il secondo dato preoccupante – si legge ancora – è il fatto che in un anno, pur avendo fatto approvare come minoranza un ordine del giorno per favorire l’implementazione e l’utilizzo dell’affido familiare come strumento a sostegno delle famiglie deboli e aumentare i rimborsi alle famiglie che accolgono, scopriamo che, in attesa di una fatidica programmazione, non è stato permesso a nuove famiglie di usufruire di questa opportunità e l’assessore ha inoltre sospeso i gruppi di sostegno per le famiglie affidatarie”.

“Infine – conclude la nota – l'assessora ha segnalato che alcune comunità alloggio per minori avrebbero i costi fuori controllo ma, a precisa domanda, non è stata in grado d’individuare quali comunità e quali costi, invitando i consiglieri comunali a recarsi nei suoi uffici al Matitone. È grave che si getti fango senza precisi riscontri su un servizio prezioso per la città che evidentemente l'assessora dimostra di non apprezzare e perfino di non conoscere”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium