/ Politica

Politica | 14 febbraio 2020, 17:08

“La Regione impugni le norme che ledono l’autonomia finanziaria dei Comuni”

Piciocchi: "I tagli lineari posti dallo Stato non possono essere perpetuati indefinitamente ma devono essere circoscritti temporalmente"

“La Regione impugni le norme che ledono l’autonomia finanziaria dei Comuni”

Il Consiglio delle autonomie locali (Cal) ha approvato all’unanimità un documento in cui si richiede a Regione Liguria l’impugnazione delle norme nazionali che pregiudicano l’autonomia degli enti locali.

“Nello specifico – afferma l’assessore comunale al Bilancio e relatore della proposta Pietro Piciocchi – chiediamo d’impugnare davanti alla Corte costituzionale due norme della Legge di stabilità e di un collegato che contengono delle regole di riparto delle risorse tra gli enti territoriali che pregiudicano particolarmente l’autonomia finanziaria e la capacità di spesa dei Comuni della regione e soprattutto contrastano con alcuni principi che la Corte ha chiarito da tempo. Mi riferisco al principio per cui i tagli lineari posti dallo Stato non possono essere perpetuati indefinitamente ma devono essere circoscritti temporalmente; a quello per il quale la perequazione e quindi la solidarietà per i Comuni con minore capacità fiscale deve vedere un impegno dello Stato che oggi non registriamo, motivo per cui abbiamo deciso d’impugnare la norma”.

«Ritengo importante – sostiene il presidente del Consiglio comunale Alessio Piana – l’iniziativa adottata dal Consiglio perché va nella direzione di una tutela efficace dei legittimi interessi delle Autonomie locali. Mi auguro che Regione Liguria colga questa nostra istanza e che al termine del percorso avviato la Consulta si pronunci in maniera inequivocabile a tutela della capacità fiscale degli enti locali».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium