Liguria: storia e leggenda | 15 febbraio 2020, 14:00

Finale Ligure: la leggenda del marinaio che placava gli spiriti del mare

Si narra di un marinaio che conosceva le parole magiche per poter pescare nelle grotte di Capo Fieno, in Corsica, per poi tornare a Finale con il ricco bottino

Finale Ligure: la leggenda del marinaio che placava gli spiriti del mare

Si narra di un tempo in cui a Finale Ligure Marina viveva un pescatore che navigava alla ricerca del corallo, spingendosi fino alle coste della Corsica, precisamente nei pressi di Capo Fieno, dove si immergeva per strappare qualche ramo di corallo che aggiungeva valore al già ricco bottino di pesci pescati con le reti. Il suo impeccabile lavoro fece presto discutere in paese, in quanto gli altri pescatori si chiedevano come fosse possibile che il suo ritorno fosse sempre un tal successo, mentre loro talvolta dovevano accontentarsi di qualche pesciolino e niente più.

Una sera, i pescatori, decisero di indagare e si recarono in osteria dove il mozzo della barca fortunata stava bevendo vino fino ad essere brillo. Fu quello il momento giusto in cui gli chiesero dove andasse esattamente per pescare tutto quel ben di Dio. Il mozzo confessò il luogo esatto ma spiegò che prima di gettare le reti, il suo padrone era solito salire sulla punta di prua per “recitare” alcune parole. Il giorno dopo due di loro si avviarono a vele spiegate verso la Corsica e una volta raggiunto Capo Fieno gettarono le reti, ma ad un certo punto, dagli scogli, si levò un muggito spaventoso e le onde esplosero in burrasca, mentre tra gli schizzi si intravedevano alcuni leoni. Vortici e correnti si formarono improvvisamente ed esseri mostruosi si palesarono ancora tra gli scogli: mezzi pesci e mezzi uomini con pinne e barbe verdi soffiavano sulle onde mentre con le possenti code aizzavano i cavalloni. I pescatori, in preda alla paura, riuscirono a stento ad allontanarsi dalla zona, dove il mare si placò solamente quando erano ormai lontani. Ancora oggi i pescatori di Capo Fieno, raccontano che nelle grotte sotto al mare, coralli e moltissimi pesci sono protetti dagli spiriti del mare. Guai ad avvicinarsi senza conoscere la formula magica per placarli!

Peccato che la formula quel marinaio di Finale Ligure se la portò nella tomba e le acque di Capo Fieno rimangono, per i pescatori, sempre agitate e poco favorevoli alla pesca. 

 

Nell’immagine del disegno del marinaio, il volto è di Luca Cevasco.

Per scoprire altre storie, leggende e segreti della Liguria:
“Miti&Misteri della Liguria” e “Liguria da scoprire” di Dario Rigliaco (editoriale programma editore), in tutte le librerie.

Per seguire l’autore:
Facebook: dario rigliaco autore

Se volete conoscere la storia o la leggenda legata al vostro borgo o a un luogo della Liguria a cui siete particolarmente affezionati, potete scrivere un email a dariorigliaco@gmail.com.

Dario Rigliaco

Leggi tutte le notizie di LIGURIA: STORIA E LEGGENDA ›

Liguria: storia e leggenda

Dario Rigliaco, autore, sceneggiatore e attore. Appassionato di Liguria e non solo, tra le sue otto pubblicazioni editoriali, “Miti&Misteri della Liguria” e “Liguria da scoprire” (editoriale programma editore), oltre che la sceneggiatura della serie cinematografica girata e prodotta in Liguria “Game of Kings” (D&E Animation). Tra gli altri titoli di punta “Cene medievali con delitto, racconti e avventure, storia e ricettario” (DeFerrari editore) e il romanzo “Gli eroi con la speranza nel cuore”. Suo anche “Il ponte degli angeli”, l’opera letteraria con scopo benefico dedicata alla tragedia del ponte Morandi di Genova, illustrata dai bambini.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium