/ Cronaca

Cronaca | 19 febbraio 2020, 15:29

Voltri, a Villa Duchessa rinasce lo storico agrumeto, dopo ben duecento anni

In una lettera al Marchese Brignole Sale, il Re di Sardegna decantava la bontà di questi frutti. Ora sono ritornati, grazie al lavoro di Aps Sistema Paesaggio, degli Amici della Villa e con la collaborazione dei ragazzi dell’Istituto Agrario Marsano

Voltri, a Villa Duchessa rinasce lo storico agrumeto, dopo ben duecento anni

Il Re Carlo Alberto di Savoia, nella prima metà dell’Ottocento, scrisse un giorno una lettera molto sentita al Marchese Brignole Sale, per ringraziarlo dei suoi magnifici e buonissimi agrumi. Gli agrumi del Parco della Villa Duchessa di Galliera. Di questi splendidi frutti, poi, si sono perse le tracce per circa duecento anni. La fama di queste arance e di questi limoni era rimasta solo nel carteggio tra il Re di Sardegna e il nobile genovese.

Ma, in tempi recentissimi, la natura è tornata a dare i suoi frutti, grazie al lavoro, al sacrificio e alla passione dell’Aps Sistema Paesaggio, l’associazione guidata da Andrea Casalino che si occupa della cura degli spazi esterni della Villa e dello stupendo Giardino all’Italiana, all’interno dell’associazione temporanea di imprese che da qualche anno, avendo vinto il bando del Comune di Genova, si occupa della gestione di questo storico complesso, decisamente uno dei più suggestivi e visitati dell’intero Ponente genovese.

Sistema Paesaggio, grazie anche alla collaborazione dell’Associazione Amici della Villa Duchessa di Galliera e degli studenti dell’Istituto Agrario Marsano, è riuscita a centrare uno degli obiettivi che si era posta all’inizio della sua avventura sul sito di Voltri: tornare, per l’appunto, a far ‘vivere’ e a popolare l’antico agrumeto, capace di dare frutti così buoni da stuzzicare, in passato, il palato di un sovrano.

“Nelle scorse settimane - racconta Andrea Casalino - sono nati i primi frutti, sia presso le terrazze della villa che presso il Giardino all’Italiana. Per noi è un bellissimo segnale, perché anche in questo aspetto il Parco riconquista la sua storicità. Noi stiamo portando avanti, anche nella cura e nella tutela di tutti gli spazi verdi, un percorso che sia il più possibile rispettoso pure della tradizione storica”. Un percorso che, val la pena di ricordarlo, è culminato lo scorso anno con il restauro degli storici medaglioni floreali della Duchessa di Galliera.

Gli agrumi del Parco verranno utilizzati, in parte, anche per proporre un prodotto dolciario rigorosamente a chilometro zero. Della sua produzione si occuperà il forno Marinetta di via Lemerle a Voltri, grazie all’impegno di Emanuela Demarchi, voltrese ‘doc’ e da sempre molto vicina alle sorti di Villa Duchessa di Galliera.

Intanto, approfittando dei mesi invernali e del tempo clemente di questi giorni, proseguono a grande ritmo i lavori presso tutta la superficie del Parco, che Aps Sistema Paesaggio porta avanti grazie alla proficua collaborazione con l’Associazione Amici della Villa Duchessa di Galliera e con gli studenti dell’Agrario Marsano.

Sono proprio i ragazzi a essere impegnati in una serie di interessanti e assai produttive lezioni ‘sul campo’. Diverse sono le aree di intervento: Progetto orti medievali, con il recupero delle aree agricole; Recupero dell’uliveto storico, con potature, concimazione e messa in produzione attraverso un percorso di formazione dei ragazzi; Ingrandimento della collezione di azalee, grazie alla consulenza di Andrea Cuneo, vivaista della Val Fontanabuona; Riordino delle cascate e nuove fioriture; Riordino dell’agrumeto, con messa a dimora di nuovi alberi di Chinotto di Savona e dei limoni a spalliera per la messa in produzione; Secondo lotto del progetto per il recupero dei medaglioni floreali vittoriani, con il ritorno definitivo del disegno voluto dalla Duchessa di Galliera e la realizzazione delle ‘stelle’ e la messa a dimora di nuove fioriture, compresa la creazione di un punto informativo.

Il tutto viene portato avanti sotto la supervisione del Municipio VII Ponente, in particolare dell’assessore municipale ai Lavori Pubblici, Matteo Frulio, che è anche un grande appassionato e studioso del tema. Sempre importante anche la presenza di Aster.

Nei prossimi mesi, con l’arrivo della stagione primaverile, il Parco di Villa Duchessa di Galliera organizzerà tutta una serie di eventi aperti al pubblico e punta a farsi trovare al massimo del suo splendore. Quando cittadini volenterosi, gestori capaci, amministratori seri e veri, studenti con voglia di fare ed entusiasmo si mettono insieme, tutto questo è possibile, ed è un bellissimo segnale per tutti.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium