/ Politica

Politica | 20 febbraio 2020, 17:11

Il Pd contro l'autoparco a Cornigliano: "Nessuna compensazione vale una nuova servitù e la rinuncia al parco urbano" (VIDEO)

Il consigliere Pandolfo: "Domani saremo in piazza insieme a uomini e donne di Cornigliano, e la battaglia continuerà fino a che l'amministrazione non farà un vero passo indietro, alla soluzione temporanea non crede nessuno"

Il Pd contro l'autoparco a Cornigliano: "Nessuna compensazione vale una nuova servitù e la rinuncia al parco urbano" (VIDEO)

Al posto delle aree verdi previste nella zona di Villa Bombrini sorgerà un autoparco destinato al parcheggio di mezzi pesanti, anche se il sindaco Marco Bucci promette che si tratterà di una soluzione temporanea, che porterà al quartiere una serie di "compensazioni" a partire dall'accelerazione del rifacimento di via Cornigliano. 

La prospettiva dell'autoparco alle spalle della villa storica ha destato molte polemiche a la forte opposizione di diversi comitati e associazioni di quartiere, che non sono stati sedati nemmeno dal recente incontro con il sindaco, pensato proprio per calmare gli animi e rassicurare la cittadinanza. La protesta è spalleggiata dal Partito Democratico, schierato fermamente contro l'autoparco a Cornigliano.

"Si tratta di un quartiere che ha già sopportato nella sua storia pesantissime servitù, con la speranza di vedere realizzato un parco urbano nell'area retrostante a Villa Bombrini - ricorda il consigliere comunale del partito Democratico, Alberto Pandolfo -. Pensare oggi di mettere lì l'autoparco, e cioè un parcheggio di camion, ci sembra un atto gravissimo, tra l'altro ai limiti della legge e delle prescrizioni urbanistiche che si sono succedute dal 1990 a oggi. La mobilitazione cittadina prosegue e ci sarà domani una manifestazione pubblica per le vie di Cornigliano, mentre la prossima settimana si terrà un consiglio municipale monotematico su questa materia. Credo la pazienza abbia un limite e che non si possa chiedere un ulteriore sacrificio ai corniglianesi da questo punto di vista: nessuna compensazione può essere sufficiente di fronte alla rinuncia di poter vedere realizzato un parco urbano. Si tratterebbe dell'atto che perfeziona la riqualificazione di via Cornigliano, frutto del lavoro delle amministrazioni precedenti".

Per il Partito Democratico l'autoparco dovrebbe essere collocato altrove: "Credo che nello spazio portuale ci siano delle locazioni in grado di soddisfare le esigenze degli autotrasportatori, che hanno sicuramente bisogno di un'area per la sosta - aggiunge Pandolfo -. Noi ci impegneremo perché ci sia il rispetto dei cittadini di Cornigliano che devono poter avere l'ambizione di godere del parco urbano di Villa Bombrini, senza dimenticare chi lavora, cioè gli autotrasportatori, che meritano uno spazio opportunamente attrezzato. Da quest'ultimo punto di vista credo che nell'area portuale ci siano le possibilità di soddisfare queste legittime necessità".

La protesta quindi continua e il Pandolfo annuncia che il Partito Democratico sarà in prima linea nel richiedere all'amministrazione un passo indietro: "Il PD sarà battaglia in ogni sede, istituzionale, legale e in piazza, rimarcando il punto politico che questa questione ha smosso certamente i cittadini di Cornigliano, ma anche tanti genovesi in difesa di un quartiere che negli anni ha subito servitù davvero troppo grandi in questi anni. La mobilitazione continuerà fino a che non otterremo un confronto credibile sulle alternative".

"Domani - conclude Pandolfo - saremo in piazza insieme a uomini e donne di Cornigliano, ma ci saranno certamente altri appuntamenti per questa battaglia, almeno fino a che non si tornerà veramente indietro sulla decisione per l'autoparco, piuttosto che promettere si tratterà di una soluzione temporanea, cosa alla quale nessuno crede".

Carlo Ramoino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium