/ Eventi

Eventi | 16 marzo 2020, 11:04

"Racconti in tempo di peste": oggi tocca a Solenghi col Decamerone

È stato lui il primo cantore delle novelle di Giovanni Boccaccio con la regia da Sergio Maifredi e oggi ne racconta on line una delle più famose e amate, Chichibio e la gru

"Racconti in tempo di peste": oggi tocca a Solenghi col Decamerone

Ottavo giorno di Racconti in tempo di peste. Oggi a mezzogiorno l’appuntamento è con un artista d’eccezione, Tullio Solenghi, che da molti anni per Teatro Pubblico Ligure ha portato in giro in tutta Italia lo spettacolo Decameron un racconto italiano in tempo di peste. È stato lui il primo cantore delle novelle di Giovanni Boccaccio con la regia da Sergio Maifredi e oggi ne racconta on line una delle più famose e amate, Chichibio e la gru. Oggi possiamo davvero immaginare di essere insieme ai dieci giovani descritti da Boccaccio, che si sono riuniti in una villa di campagna nella Firenze del Trecento, non tanto per sfuggire la peste ma per ricostruire quei rapporti sociali che il contagio stava disgregando. Lo hanno fatto raccontando storie e ascoltando musica, come noi. Per seguirlo collegarsi a:

https://www.facebook.com/raccontiintempodipeste/

www.teatropubblicoligure/raccontintempodipeste

https://www.corradodelia.it/raccontintempodipeste

Tullio Solenghi è interprete di altri progetti di Teatro Pubblico Ligure, sempre ideati e diretti da Maifredi, come Odissea un racconto mediterraneo – Odisseo e PenelopeCanto XIX, Iliade un racconto mediterraneo – Il duello per Elena – Libro III, Una serata pazzesca dedicato a Paolo Villaggio e La risata nobile. La letteratura comica da Aristofane a Flaiano, da Marziale ad Achille Campanile, che proprio in questo mese di marzo sarebbe andato in scena in prima nazionale al Teatro Nazionale di Genova, dopo il successo dell’anteprima a Soriteatro.

Ogni intervento di Racconti in tempo di peste è stato ideato e realizzato appositamente per questo progetto, con la direzione artistica di Sergio Maifredi e Corrado d’Elia. La stagione web di Teatro Pubblico Ligure e Compagnia Corrado d’Elia, ideata da Sergio Maifredi, Corrado d’Elia e Lucia Lombardo, è partita l’8 marzo, giorno dell’invito del ministro Dario Franceschini a fare cultura su web e social. Come nel Decameron l’allegra brigata di dieci fra uomini e donne fecero dell’isolamento necessario un momento vivo di racconto e di umanità in attesa della rinascita del mondo reale, in cui sono l’arte, la letteratura, la poesia a ricreare la vita, a sconfiggere la paura e in definitiva la peste stessa, così vogliamo oggi un luogo virtuale accessibile a tutti. Con questo spirito è nato un luogo virtuale dove darsi appuntamento ogni giorno, per proseguire a raccontare e ad ascoltare storie.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium