/ Attualità

Attualità | 20 marzo 2020, 14:49

Nuovo Ponte di Genova: raccolta firme per intitolarlo a Niccolò Paganini

La proposta arriva dall'Associazione Amici di Paganini: "Rappresenterebbe un forte segnale di identità e un significativo tributo al genio musicale di un suo grande figlio"

Nuovo Ponte di Genova: raccolta firme per intitolarlo a Niccolò Paganini

Manca poco tempo all'inaugurazione del nuovo nuovo Ponte sul Polcevera, prevista entro questa primavera 2020.

Ancora non è stato dato un nome al viadotto, e per questo l’Associazione Amici di Paganini sta promuovendo una raccolta firme per intitolare il ponte al celeberrimo violinista genovese Niccolò Paganini.

Hanno già aderito alla proposta varie associazioni e Istituzioni culturali, non soltanto genovesi, che hanno condiviso le motivazioni dell'associazione:

1) Abbattuta la sua casa natale circa 50 anni fa, la città non ha ad oggi alcuna visibile memoria del suo illustre cittadino, morto a Nizza e seppellito a Parma; con il nuovo Ponte la città potrebbe rendere tangibile il suo omaggio ad uno dei più grandi genovesi di ogni tempo.

2) Il Ponte collega idealmente Genova all’Europa. Paganini fu certamente uno dei primi, grandi artisti davvero europeisti. Se Colombo fu l’insigne navigatore che tutti conosciamo, Paganini fu probabilmente il più instancabile viaggiatore genovese “via terra”. Nella sua appassionata tournée avviata nel 1828 e protratta fino al 1834, egli si esibì in centinaia di concerti in Austria, Germania, Polonia, Paesi Bassi, Francia, Inghilterra, Scozia, Irlanda, suscitando ovunque un entusiasmo tale da diventare leggenda, come riferiscono le cronache del tempo. La sua tournée costituisce un’impresa davvero unica per l’epoca, facendo sì che egli diventasse il primo grande divo d’Europa, modello per tutti i grandi concertisti delle generazioni successive, da Liszt a Chopin, fino alle rock star del nostro tempo.

3) Anche in tempi recenti, del resto, si è avuto modo di constatare come Paganini e il suo Cannone rappresentino un eccellente biglietto da visita di Genova nel mondo. L’ultima trasferta del Cannone negli USA, il recente Festival paganiniano a Pechino e la kermesse paganiniana prevista a Shangai il prossimo ottobre dimostrano la fama internazionale e imperitura del grande Violinista.

Per Genova, insomma, l’intitolazione del Ponte rappresenterebbe un forte segnale di identità e un significativo tributo al genio musicale di un suo grande figlio.

Per firmare la petizione clicca QUI.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium