/ Cronaca

Cronaca | 25 marzo 2020, 16:07

Lorenzo Trompetto è il nuovo presidente della Fondazione dell'Ordine degli architetti di Genova

"Non sarà facile ricevere un’eredità pesante ma insieme agli altri consiglieri proveremo a portare avanti questo percorso di crescita"

Lorenzo Trompetto è il nuovo presidente della Fondazione dell'Ordine degli architetti di Genova

Lorenzo Trompetto è il nuovo presidente della Fondazione dell'Ordine degli architetti di Genova: genovese, 36 anni, consigliere della Fondazione dal 2016, nel 2018 ha curato la quarta edizione di “Big november - Architectura et media”.

«Desidero innanzitutto ringraziare il Consiglio dell’Ordine degli architetti – ha detto Trompetto – per la fiducia e tutti i consiglieri uscenti della Fondazione per quello che ritengo un ottimo lavoro fatto insieme in questi ultimi anni: un grazie particolare al presidente uscente Benedetto Besio che lascia una Fondazione forte, un ente che ha stimolato il dibattito sull’architettura nella città. Non sarà facile, tanto più in un momento di difficoltà generale del nostro Paese, ricevere un’eredità pesante ma insieme agli altri consiglieri Laura Ballestrazzi, Elisa Cagelli, Pierluigi Feltri, Alessandro Perotta, Nicoletta Piersantelli ed Alessandra Zuppa proveremo a portare avanti questo percorso di crescita».

La sua nomina è stata formalizzata in occasione della prima seduta del nuovo Consiglio di amministrazione della Fondazione che ha inoltre proceduto alla designazione di Pierluigi Feltri alla vicepresidenza, confermando Elisa Cagelli nel ruolo di segretaria ed Alessandra Zuppa in quello di tesoriera. «A Lorenzo Trompetto e a tutto il Cda della Fondazione – ha dichiarato Paolo Raffetto, presidente dell’Ordine degli architetti genovesi – vanno le congratulazioni per la nomina e gli auguri di buon lavoro da parte mia e dell’intero Consiglio dell’Ordine nella convinzione che sapranno portare avanti ed arricchire con il loro contributo d’idee e innovazione l’ottimo lavoro svolto nel precedente ciclo presieduto da Benedetto Besio al quale va il mio personale ringraziamento per l’impegno profuso nella crescita della Fondazione stessa e per un’idea di architettura profondamente condivisa».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium