/ 

In Breve

| 05 novembre 2018, 08:54

Giovanni Solari sulla mareggiata devastante: "Il vento soffiava sopra i 140 km all'ora"

A Voltri, colpita dalla mareggiata del 29 ottobre, si trova il LiDAR, apparecchio per misurare il vento. Abbiamo chiesto a Giovanni Solari, a capo del progetto "Thunderr" dell'Unige, a quanto soffiasse il vento

Giovanni Solari sulla mareggiata devastante: "Il vento soffiava sopra i 140 km all'ora"

Raffiche superiori ai 140 km all’ora e fenomeni temporaleschi così intensi da sembrare tempeste tropicali. Si tratta di quanto è successo la scorsa settimana, a Genova e in tutta la Liguria, da Ponente a Levante.

E dal momento che proprio a Voltri, colpita dalla mareggiata che ha distrutto parte del lungomare, si trova un’apparecchiatura potentissima – e unica al mondo – per la misurazione del vento, il LiDAR, abbiamo chiesto a Giovanni Solari, docente universitario a capo del progetto “Thunderr”, che studia i temporali, a quanto soffiasse il vento quella notte del 29 ottobre scorso.

“Abbiamo visto le misure rilevate dal Lidar – afferma - che è andato ripetutamente a fondo scala, misurando il vento sopra i 30-35 metri al secondo. Siccome la scansione temporale è superiore al secondo, vuol dire che i picchi erano di 35-40 metri al secondo, che in termini di chilometri all’ora significa dai 130-140 in su. Gli altri dati degli altri strumenti li studieremo nei prossimi giorni”.

Ma come si possono spiegare questi fenomeni così violenti? “Sono fenomeni temporaleschi particolarmente intensi - conclude Solari - Parlare di cambi climatici è difficile, ma l’impressione è che il vento stia evolvendo tendenzialmente da fenomeni a scala ciclonica a localizzati temporaleschi. Ormai in molti sostengono che ci sia quindi un’evoluzione del clima che porta a un incremento del numero dei temporali e a una riduzione dei cicloni, anche se ci sono teorie molto diverse e dire cose precise è difficile”.

Medea Garrone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium