/ Fotogallery

Fotogallery | 14 gennaio 2019, 19:07

Reunion del mondo socialista a Tursi: "Lascito politico di Craxi ancora attuale" (VIDEO e FOTO)

Salone di Rappresentanza pieno per la conferenza che ripercorre i tratti distintivi della politica di Bettino Craxi. L'onorevole Ugo Intini: "Una classe dirigente democratica è stata cancellata, senza lasciare grandi eredi. I partiti sono strutture necessarie alla democrazia, e oggi non ci sono più"

Reunion del mondo socialista a Tursi: "Lascito politico di Craxi ancora attuale" (VIDEO e FOTO)

"La politica italiana ed estera di Bettino Craxi", questo il titolo del convegno che ha riunito nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi il mondo socialista genovese per un ricordo di Bettino Craxi, e per un momento di riflessione sulla sua figura politica, a circa 25 anni dalla fine del suo percorso alla guida dello scomparso Psi.

L'incontro, aperto dall'Inno di Mameli seguito dall'Internazionale, è stato organizzato dai consiglieri comunali Guido Grillo, Lorella Fontana, Mauro Avvenente e Ubaldo Santi, e ha riempito la sala di un pubblico numeroso. Presenti all'iniziativa molti politici di area socialista, oggi in gran parte ancora nell'agone politico, ma appartenenti a numerose formazioni differenti, fra cui l'ex sindaco di Genova Giuseppe Pericu e l'onorevole Ugo Intini.

"Reagan e numerosi leader nazionali, soprattutto di paesi del terzo mondo, hanno riconosciuto in Craxi, per la sua politica di mediazione e di confronto, un'atteggiamento che tendeva ad applicare il dialogo invece che le bombe - ha dichiarato in consigliere comunale Guido Grillo -. Il suo lascito politico è tutt'ora di attualità, a partire dalla necessità del dialogo fra i paesi europei. Per quanto riguarda Tangentopoli si tratta di una pagina della storia recente che andrà ancora meglio definita. Si tratta di una vicenda legata ai finanziamenti della politica, risorse che in tutti i casi credo che Craxi abbi usato per la causa del suo partito e mai per fini personali"

"Quando si parla di Craxi non credo si possa parlare della sua figura soltanto - spiega il deputato Ugo Intini -. Occorre riferirsi a una classe dirigente democratica che apparteneva a tutti i partiti che è stata cancellata e purtroppo non ha lasciato grandi eredi". "Ormai si sono accorti un po' tutti -aggiunge Intini - che i partiti sono  una struttura fondamentale per la democrazia, non se ne è mai vista una senza. Purtroppo i partiti non ci sono più, e quindi mancano gli strumenti per selezionare una classe dirigente e tenere un rapporto con l'opinione pubblica fatto di una vera discussione".

Presente all'iniziativa anche l'ex primo cittadino genovese Pericu: "Secondo me Bettino Craxi oggi non avrebbe un moto di simpatia per la politica di oggi, rifiuterebbe il pressapochismo attuale. L'eredità che ha lasciato Craxi è molto complicata, e la dimostrazione sta nelle persone che sono qua. Si tratta di persone che oggi appartengono alle correnti politiche più diverse". 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium