/ Cronaca

Cronaca | 25 settembre 2019, 14:57

Marijuana tra gli ortaggi: zio e nipote ai domiciliari per 28 piante di cannabis

La polizia ha scoperto la coltivazione illecita a seguito di un appostamento, frutto di alcune segnalazioni che indicavano la presenza del forte odore di cannabis nella zona di Molassana

Marijuana tra gli ortaggi: zio e nipote ai domiciliari per 28 piante di cannabis

Genova - Due genovesi di 35 e 38 anni, zio e nipote, sono stati arrestati dalla polizia con le accuse di produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti.

I due, incensurati, sono finiti nel mirino delle forze dell'ordine a seguito di alcune segnalazioni giunte alle forze dell'ordine che parlavano di una coltivazione di cannabis nella zona di Molassana. Gli agenti si sono appostati nei pressi di un terreno coltivato e hanno notato alcune costruzioni in vetroresina nelle quali erano visibili varie piante ed hanno percepito chiaramente l’odore della marijuana tanto da decidere di fare irruzione.

La successiva perquisizione nel terreno ha consentito il rinvenimento di 28 piante di cannabis, per un peso complessivo di 40 kg: 23 piante stavano crescendo al riparo delle due costruzioni e 5 erano mescolate tra le verdure dell’orto.

Gli agenti hanno successivamente trovato, nella casa dei due parenti, 51 grammi di marijuana già seccata, un bilancino di precisione, svariato materiale per il confezionamento, semi di canapa indiana con relativo libro per la coltivazione e due presse metalliche utilizzate per schiacciare la droga.

I responsabili della coltivazione illegale sono stati posti agli arresti domiciliari.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium