/ Attualità

Attualità | 17 ottobre 2019, 09:06

Meteo: in arrivo la perturbazione del week-end

In Liguria possibili alluvioni localizzate

Meteo: in arrivo la perturbazione del week-end

E' in arrivo una nuova e intensa perturbazione per il week-end del 19 e 20 ottobre, e le carte meteo mostrano una particolare situazione da monitorare attentamente, in quanto si andrà delineandosi un periodo foriero di piogge, anche per più giorni.

Stiamo parlando di una depressione che andrà scavandosi sulla penisola iberica favorendo un richiamo umido sciroccale su tutti i bacini marittimi italiani: il flusso ricco d’umidità in risalita dal Nord Africa risalirà la nostra penisola, favorendo una situazione di pericolosità per le regioni del Nord Ovest (specie a ridosso dei rilievi liguri e delle Alpi).

La Liguria infatti, per conformità morfologica del suo territorio, è come un imbuto per queste correnti in risalita da sud che vanno a scontrarsi contro i rilievi dell’Appennino Ligure e delle Alpi Marittime: questo fenomeno in gergo meteo è denominato “STAU OROGRAFICO”.

Ma cerchiamo ora di capire i motivi per cui questa perturbazione risulta molto più intensa e pericolosa rispetto a quella che ci ha interessato nei giorni scorsi:

1) la DEPRESSIONE molto organizzata sulla Spagna risulta ben più massiccia e corposa in grado di apportare un richiamo umido meridionale e quindi consistenti precipitazioni sul nostro territorio, non solo per il weekend, ma probabilmente anche per i giorni successivi.

2) l’EVOLUZIONE del maltempo nel suo moto naturale da ovest verso est risulterà molto lento, addirittura quasi stazionario sui nostri mari. Per questo motivo non si tratterà di fenomeni di breve durata, ma bensì duraturi anche per più giorni.

3) l’ENERGIA in gioco in queste settimane sui nostri bacini marittimi (a causa delle temperature marittime ancora elevate) è ancora decisamente elevata. Per questo ogni tipo di perturbazione in transito sulla Liguria, potrà assumere carattere più violento rispetto alle previsioni apportando una recrudescenza dei fenomeni proprio sul nostro territorio.

4) il pericolo delle CONVERGENZE e di ALLUVIONI LOCALIZZATI che abbiamo potuto vedere nei giorni scorsi; l’effetto di un temporale in grado di generarsi e stazionare su un territorio limitato in grado in meno di 12 ore di evolvere in un evento alluvionale con picchi di 500mm/12h su alcuni comuni.

5) da non sottovalutare nemmeno la SATURAZIONE del TERRENO, che dopo le piogge abbondanti registrate il 15 Ottobre, ha raggiunto valori prossimi alla saturazione massima. I terreni infatti non riescono più ad assorbire un quantitativo d’acqua marcato, ed anche solo 100-150mm possono favorire una risposta dei bacini in maniera molto diversa rispetto alla precedente perturbazione.

6) le MAREGGIATE che potranno ripresentarsi sul territorio ligure anche con BURRASCHE e MARI AGITATI, con onde che potrebbero raggiungere anche i 4-5 metri. Questo comporterà, specie per il Savonese e Genovese, un problema rilevante per la RICEZIONE del MARE nei pressi delle foci, rallentando lo scaricamento dei fiumi in mare.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium