Genova | 30 ottobre 2019, 20:25

Sesso e cervello: essere intelligenti aiuta anche a letto

Il cervello è indubbiamente l'arma vincente per affascinare e per sedurre: scopriamo perché i pensieri erotici sono alla base dell’orgasmo femminile e l’erezione è cerebrale, e chi sono i Sapiosexual

Sesso e cervello: essere intelligenti aiuta anche a letto

L'intelligenza ecco cosa c'è alla base di una sessualità serena ed appagante o per meglio dire equilibrata. Tra i primi a parlarne Marty Klein che definisce una combinazione armoniosa di testa, corpo e cuore.  Dev'essere coinvolta la testa, per acquisire e gestire una conoscenza del sesso corretta e completa, senza falsi miti, pregiudizi o standard irraggiungibili; bisogna metterci cuore, per dare voce alle nostre emozioni, lasciarsi andare ed entrare in sintonia con il partner; e ci vuole un coinvolgimento senza riserve, paure e tabù del nostro corpo, una piena accettazione di noi stessi e di ciò che ci piace e se anche solo uno di questi ingredienti viene meno, qualcosa si inceppa.

Il cervello è indubbiamente l'arma vincente per affascinare e per sedurre e alcune recenti ricerche confermano questa tesi. All’Università di Lovanio, in Belgio,è stata realizzata una ricerca i cui risultati affermano che la mente e i pensieri erotici sono alla base dell’orgasmo femminile, confermando la natura semantica della sessualità femminile. Gli input intellettivi, legati a fantasie o a stimolazioni verbali, facilitano nelle donne il lasciarsi andare e raggiungere dell’apice del piacere, al di là dell’aspetto prettamente fisico.

E sul fronte maschile? Uno studio dell’Università di Toronto ha scoperto che negli uomini l’erezione è cerebrale. La scintilla che la provoca in modo automatico, davanti a delle scene hard, è scatenata dai neuroni specchio, le cellule nervose motorie che si attivano quando si guardano compiere delle azioni e che risuonano nella nostra mente come se fossimo noi stessi a compiere quei gesti e fanno sì che riproduciamo anche noi lo stesso comportamento.

C'è poi chi parla di Sapiosexual, parola che deriva dal latino sapiens sexualis, ed indica quel tipo di persone che hanno una forte attrazione sessuale per l’intelligenza. Vuol dire utilizzare la propria mente per attivare eroticamente il corpo, facendosi appassionare dalla capacità di ragionare dell’altro, dal modo in cui si approccia al mondo.

Durante il primo approccio che sia il caso di esibire o richiedere, anche il QIS, ovvero il quoziente d'intelligenza sessuale, oltre QI? Mah che dire, valutate voi...

Sara Padovano

Leggi tutte le notizie di SEX PILLS ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium