/ Regione

Regione | 28 febbraio 2020, 14:20

Coronavirus, l'assessore alla sanità della Regione Piemonte Luigi Icardi: "Sono venuto ad Alassio a prendere e portare a casa i miei corregionali"

Icardi da Torino in visita agli alberghi Bel Sit e Al Mare: "Saranno adottati tutti i provvedimenti sanitari adeguati e necessari"

Coronavirus, l'assessore alla sanità della Regione Piemonte Luigi Icardi: "Sono venuto ad Alassio a prendere e portare a casa i miei corregionali"

Gli ospiti piemontesi ancora presenti all’interno dell’hotel di Alassio dove è stato registrato il primo caso ligure di coronavirus torneranno in Piemonte entro questa sera. La situazione si è sbloccata a seguito di un colloquio telefonico tra i presidenti di Regione Liguria e Regione Piemonte Giovanni Toti e Alberto Cirio.

Per quanto riguarda invece il personale e i proprietari dell’albergo, sono al momento ancora in fase di studio le azioni da mettere in campo, così come per quanto riguarda i turisti lombardi provenienti dalla cosiddetta zona rossa e che, pertanto, non possono essere riaccompagnati nelle loro abitazioni.

E’ intanto arrivato ad Alassio da Torino Luigi Icardi, Assessore alla Sanità della Regione Piemontese, che è subito andato presso le due strutture, il ‘Bel Sit’ e ‘Al Mare’, dove all’interno sono presenti molti turisti piemontesi, bloccati da alcuni giorni. "Siamo venuti a prenderli per portarli a casa, positivi e negativi – ha detto Icardi - stiamo aspettando gli ultimi tamponi per poter effettuare una distinzione tra negativi e positivi asintomatici che avranno un trasporto differenziato. Per i positivi sintomatici, i sanitari faranno delle precise valutazioni e saranno trasportati con dei mezzi idonei, con delle ambulanze, e portati ovviamente in ospedale in Piemonte. Per gli altri è prevista una sorveglianza attiva molto serrata, presa in carico dai dipartimenti di prevenzione e dai servizi di igiene pubblica, e se le loro condizioni cliniche dovessero aggravarsi saranno certamente adottati tutti i provvedimenti sanitari adeguati e necessari”.

“Per quanto riguarda coloro che per svariati motivi non potranno essere trasportati alle loro abitazioni – termina l’Assessore Icardi - sono già pronte e attendono alcune strutture a Villanova d'Asti e Torino. I tempi per effettuare i trasporti? In queste ore, mi auguro prima del tardo pomeriggio di essere in Piemonte con tutti loro".

Sembra che, tra l’altro, quattro persone ora all’ospedale San Martino di Genova, anche loro piemontesi, verranno portate a casa loro per terminare la quarantena.

Roberto Vassallo - Mattia Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium