/ Politica

Politica | 01 aprile 2020, 18:31

La proposta del Pd: "Estendere la validità della ricetta dematerializzata"

Il gruppo Pd in Regione Liguria: "Potrebbe essere utilizzata anche per l'autorizzazione al trasporto di pazienti non deambulanti e per l'eliminazione dell'obbligo di timbro"

La proposta del Pd: "Estendere la validità della ricetta dematerializzata"

Estendere la ricetta dematerializzata e le conseguenti procedure online anche ai pazienti non deambulanti (che per ottenere il servizio di trasporto garantito dalle pubbliche assistenze devono richiedere un'autorizzazione) ed eliminare l'obbligo del timbro e della ricetta stessa”. Lo chiede con un'interrogazione il Gruppo del PD in Regione Liguria.

 

I consiglieri del Partito Democratico ricordano che “anche in questa emergenza sanitaria le persone non deambulanti continuano ad avere bisogno del trasporto dedicato, tramite le pubbliche assistenze. Di solito la procedura funziona così: il paziente che necessita di questo servizio e quindi rientra nella casistica prevista dalla DGR n. 441 del 26/04/2007, deve consegnare la ricetta del proprio medico curante al medico funzionario del distretto territorialmente competente che, dopo aver valutato la congruità della prescrizione, rilascerà l'autorizzazione al trasporto apponendo timbro e firma e riconsegnando la ricetta all'utente. Tutto questo, però, è molto più complicato, se non impossibile durante l'emergenza Covid-19. E visto che proprio per evitare contatti ma garantire il diritto alla salute dei pazienti è stata introdotta la ricetta dematerializzata per l'erogazione dei farmaci evitando inutili spostamenti alle persone, chiediamo che la stessa cosa venga prevista per le procedure di autorizzazione per il trasporto dei pazienti non deambulanti, che devono recarsi dal proprio domicilio alla struttura di ricovero pubblica o accreditata, convenzionata/contrattualizzata oppure che devono andare da casa propria a una struttura (pubblica o accreditata, convenzionata/contrattualizzata) per l’erogazione di prestazioni specialistiche ambulatoriali”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium