/ Cronaca

Cronaca | 07 aprile 2020, 12:30

Emergenza coronavirus, porto di Genova: sequestrati quasi 6.000 litri di alcol etilico

L’attività di controllo presso il Terminal PSA del porto di Genova, ha portato ad intercettare un carico di 5.937,50 di alcol etilico non denaturato in esportazione verso la Nuova Zelanda. Saranno consegnati all’Ospedale San Martino di Genova

Emergenza coronavirus, porto di Genova: sequestrati quasi 6.000 litri di alcol etilico

L’approfondita attività di monitoraggio effettuata in sede di analisi locale dei rischi effettuata dai funzionari del reparto Antifrode dell’Ufficio delle Dogane di Genova 2 dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in sinergia con i finanzieri del II Gruppo della Guardia di Finanza sta portando a requisire materiale sanitario indispensabile e propedeutico per l’emergenza in corso in ogni parte d’Italia con consegna immediata alla Protezione Civile.

L’attività di controllo presso il Terminal PSA del porto di Genova, ha portato ad intercettare un carico di litri idrati 6.152,85 a 96,5 % in volume pari a litri anidri 5.937,50 di alcol etilico non denaturato in esportazione verso la Nuova Zelanda che il Commissario Straordinario per l’Emergenza COVID - 19 ha immediatamente provveduto a far requisire per la consegna all’Ospedale San Martino di Genova con l’ausilio della Protezione Civile Regionale; tale alcole sarà utilizzato per la produzione di igienizzanti ed ai fini scientifici.

L’attività di servizio testimonia concretamente l’efficace azione posta in essere dal reparto dell’Ufficio dell’Agenzia delle Dogane di Genova 2 e dalla Guardia di Finanza di Genova nel reperire quanto necessario per far fronte alle esigenze sanitarie del paese.

 

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium