/ Attualità

Attualità | 13 aprile 2020, 15:09

I ‘Racconti in tempo di peste’ proseguono per portare il teatro nelle case ogni giorno a mezzogiorno [FOTO]

E per tenere unita una comunità che si dimostra sempre più numerosa

I ‘Racconti in tempo di peste’ proseguono per portare il teatro nelle case ogni giorno a mezzogiorno [FOTO]

I ‘Racconti in tempo di peste’ proseguono dal 14 al 19 aprile con Paola Cigna, Gianni Quillico, Federico Sirianni, Flavio Albanese, Laura Curino e Oliviero Ponte di Pino, protagonisti della maratona di cento appuntamenti iniziati con la quarantena in reazione all’emergenza coronavirus: ogni protagonista sceglie le parole, la musica, il canto con cui affrontare le giornate dell’isolamento e contribuire alla stagione teatrale online prodotta da Teatro Pubblico Ligure e Compagnia Corrado d’Elia, con la direzione artistica di Sergio Maifredi e Corrado d’Elia; l’obiettivo, con cento artisti per cento racconti in cento giorni, è portare il teatro nelle case ogni giorno a mezzogiorno, per tenere unita una comunità che si dimostra sempre più numerosa.

Il soprano Paola Cigna (foto di Fabio Parenzan) il 14 aprile canta ‘Le rossignol et la rose’ da Parysatis di Camille Saint-Saëns: l’artista nata a Volterra, apprezzata per la qualità della voce valorizzata dalla felice recitazione, nella sua carriera ha interpreto anche Rosina in un’edizione del Barbiere di Siviglia ospitata da Teatro Pubblico Ligure in Sicilia e in Liguria. Gianni Quillico, uno degli attori che ha formato il cast storico del Teatro Filodrammatici di Milano, il 15 aprile legge ‘Il vero Romeo, la vera Giulietta di Rocco D’Onghia’: «Lo conosco da quand’ero ancora in accademia – commenta Maifredi – e s’è unito a questa nostra cordata con uno dei più interessanti autori del teatro italiano contemporaneo». Federico Sirianni il 16 aprile canta ‘Disperanza’, brano ispirato alla figura del gabbiere Maqroll, personaggio centrale nella narrazione di Àlvaro Mutis: «Con Federico Sirianni – prosegue Maifredi – abbiamo incrociato le strade oltre venti anni fa, quando insieme abbiamo costruito uno spettacolo ispirato a ‘Delitti esemplari’ di Max Aub, lo considero uno dei più intelligenti e capaci cantautori della nostra generazione».

L’attore e regista Flavio Albanese il 17 aprile legge un brano dall’Eneide di Virgilio: diplomato al Piccolo di Milano nel 1990 quando la scuola era ancora diretta da Giorgio Strehler, è noto al pubblico televisivo per avere interpretato l’ispettore Edoardo Valle nella fiction ‘La squadra’. Il 18 aprile appuntamento con un’attrice amatissima del pubblico teatrale, Laura Curino(foto di Giorgio Sottile), che dalla cucina di casa sua legge ‘L’anello forte’ di Nuto Revelli: «Laura Curino – dichiara Maifredi – incarna il teatro di narrazione ed è lei l’attrice che ha saputo essere cantrice dell’epopea del mito moderno di Olivetti nonché protagonista dell’esperienza del Teatro Settimo». Il 19 aprile la parola passa ad un giornalista e scrittore, Oliviero Ponte di Pino, che racconta ‘Finzioni’ di Jorge Luis Borges: ha lavorato nell’editoria ed è un esperto di teatro a cui dedica la trasmissione ‘Piazza Verdi’ che conduce su Rai Radio3, oltre a curare con Mimma Gallina l’appuntamento annuale “Le buone pratiche del teatro” che si è recentemente svolto in streaming.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium