/ Cronaca

Cronaca | 23 giugno 2020, 18:16

Infortunio sul lavoro da Covid: sono 1199 le denunce in provincia di Genova, 2131 in tutta la Regione

Nel focus organizzato da Inail, Asl e Inl, sono stati forniti i dati provinciali e regionali. Una persona ha perso la vita, alte anche le denunce nella fascia dai 50 ai 64 anni

Infortunio sul lavoro da Covid: sono 1199 le denunce in provincia di Genova, 2131 in tutta la Regione

2131 denunce di infortunio sul lavoro da Covid in tutta la Liguria, delle quali 1199 in provincia di Genova (843 donne e 356 uomini).

Quest'oggi nel corso del focus curato da Inail, Asl e Inl  sul tema della ripresa delle attività produttive nel settore del turismo è stato fatto anche il punto sulla sicurezza dei lavoratori e le denunce presentate dagli stessi nei mesi della difficile emergenza Covid nel periodo da gennaio al 31 maggio 2020.

55 sono le denunce presentate nella fascia d'età dai 18 ai 34 anni, 146 da 35 a 49 anni, 143 da 50 a 64 e 5 oltre i 64 anni.

A Genova sono 1199 le denunce (843 donne e 356 uomini), 211 da 18 ai 34 anni, 422 da 35 a 49 anni, 532 da 50 a 64 anni e 34 oltre i 64 anni.

A Imperia sono 431 (303 donne e 128 uomini), 62 da 18 a 34 anni, 155 da 35 a 49 anni, 201 da 50 a 64 anni e 13 oltre i 64 anni.

A La Spezia sono 152 le denunce (99 donne, 53 uomini), 17 da 18 a 34 anni, 41 da 35 a 49 anni, 91 da 50 a 64 anni e 3 oltre i 64 anni.

I comparti interessati riguardano per il 75.3% la sanità e l'assistenza, 11.8% l'amministrazione pubblica, 2.8% noleggio e servizi alle imprese, 2.1% commercio, 8.2% altro.

Per quanto riguarda le professioni per distacco al 45.1% sono presenti i tecnici della salute, le professioni qualificate nei servizi sanitari e sociali al 23.1%, 10.1% i medici, 5% professioni qualificate nei servizi personali ed assimilati, 2.6% impiegati addetti alla segreteria e agli affari generali, 2.4% personale non qualificato nei servizi di istruzione e sanitari, 2,2% il personale non qualificato nei servizi di pulizia uffici, alberghi, navi, ristoranti, aree pubbliche e veicoli

 "E' un'iniziativa molto importante, abbiamo una priorità, un valore non negoziabile, quella di riprendere le attività produttive in piena sicurezza per i lavoratori" è intervenuto in merito all'organizzazione del focus il Prefetto Antonio Cananà

"Questo progetto è l'inizio di un percorso per aiutare le categorie in difficoltà e aiutare ancora di più il target sulla sicurezza, rispettando i lavoratori e le aziende sperando che non ci siano ricadute" ha spiegato Patrizio Lai, presidente del Comitato Consultivo Provinciale Inail Savona che è intervenuto prima dell'inizio dell'incontro che ha visto illustrare i diversi dati da Carlo Zecchi, professionista della Consulenza tecnica per l’accertamento dei rischi e la prevenzione (Con.T.A.R.P.) INAIL Liguria, Antonella Agresti, Ispettorato nazionale del lavoro (INL) Savona, Francesco Peripimeno, Dirigente ingegnere Struttura Complessa Prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro, Dipartimento prevenzione ASL2 savonese e Roberto Galanelli, professionista della Consulenza tecnica per l’accertamento dei rischi e la prevenzione (Con.T.A.R.P.) INAIL Liguria

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium