/ Attualità

Attualità | 08 luglio 2020, 17:32

Lavoratori delle mense, la Uil soddisfatta dopo il vertice in Regione (VIDEO)

Mario Ghini, segretario generale Uil Liguria: "Importanti risorse promesse ai lavoratori delle mense scolastiche, la Regione si è mossa nel modo giusto per dare una risposta a queste persone"

Lavoratori delle mense, la Uil soddisfatta dopo il vertice in Regione (VIDEO)

Lavoratori delle mense scolastiche davanti alla Regione oggi, per un presidio di protesta organizzato da Cgil, Cisl e Uil; contestualmente una delegazione dei sindacati confederali si è riunita con i vertici il presidente Toti e l'assessore allo Sviluppo Economico Marco Benveduti per discutere della situazione e chiedere misure di sostegno destinate ai lavoratori, in fortissima difficoltà economica.

"Abbiamo avuto un incontro in Regione per parlare della rimodulazione dei fondi europei e dentro questo percorso ci sono lo sviluppo economico, il sociale e un ritorno economico per le persone svantaggiate, a partire dai lavoratori delle mense scolastiche - spiega Mario Ghini, segretario generale della Uil Liguria-. Devo dire che il confronto è stato proficuo: per lo sviluppo economico sono stati confermati i 12, 5 milioni per lo sviluppo delle aree di crisi non complessa, i 5 milioni per l'area della Val Polcevera, e l'assessore Benveduti ci ha confermato che probabilmente si riesce a tirar fuori altri tre milioni. La prossima settimana dovrebbe svolgersi un incontro tecnico per vedere come organizzare i tutto".

"La risposta più importante è arrivata però sulle mense scolastiche - aggiunge Ghini -. La Regione ha recepito le istanza che avevamo evidenziato nelle scorse settimane rispetto al fatto che questi lavoratori rimanevano sempre penalizzati rispetto a una complessiva ripresa dal covid, ha approvato nella rimodulazione di questi fondi importanti risorse economiche. Si tratta di cifre che non sono ancora in grado di dare una risposta definitiva al problema, ma un bel passo avanti verso i bisogni di questi lavoratori. Anche questa vicenda dovrebbe trovare il suo epilogo nella prossima settimana, quando andremo a definire le modalità concrete di rimodulazioni. E' stato un buon risultato e dal nostro punto di vista vogliamo dire che la Regione si è mossa nella maniera giusta per dare delle risposte a dei lavoratori svantaggiati nella crisi".

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium