Cronaca | 12 luglio 2020, 11:22

Decolla il nuovo servizio di elisoccorso del 118 ligure, cinque persone di equipaggio

Toti e Viale: "Secondo elicottero e base nel ponente strategici per garantire la tempestività e l'efficacia del servizio"

Decolla il nuovo servizio di elisoccorso del 118 ligure, cinque persone di equipaggio

Ha preso il via il nuovo servizio di elisoccorso del 118 ligure, il nuovo mezzo sarà dedicato esclusivamente ai soccorsi sanitari e per ciascun intervento a bordo saliranno cinque persone di equipaggio: un medico, un infermiere, un esperto del corpo del soccorso alpino e speleologico oltre a pilota e copilota.

Tutte le figure coinvolte sono state adeguatamente formate grazie all’addestramento che s’è svolto nelle scorse settimane ed ha coinvolto 22 tra medici e infermieri dei 118 della Liguria, cinque esperti del soccorso alpino di cui tre istruttori della scuola tecnici nazionale con lezioni teoriche e prove pratiche; questa mattina il primo volo di soccorso per un trasporto sanitario di una paziente dall’ospedale di Bordighera al San Martino di Genova; al fianco di quest’ultimo continuerà ad operare per l’elisoccorso anche l’elicottero dei vigili del fuoco di Genova.

“Da oggi – afferma il presidente regionale Giovanni Toti – i liguri e i turisti potranno contare su due elicotteri in servizio in caso d’emergenza, quello dei vigili del fuoco con base a Genova e questo con base a Villanova; in un momento in cui viviamo giorni di ordinaria follia sulla rete autostradale con pesanti disagi anche per i trasporti sanitari, poter contare su due elicotteri per i soccorsi con una seconda base operativa nel ponente è indispensabile e strategico. Credo sia un risultato straordinario oltreché la migliore conclusione possibile di un percorso complesso che ha visto questa Giunta lavorare per mantenere, unica regione in Italia, anche la collaborazione con i vigili del fuoco: nel resto del Paese il servizio, sia i trasporti ordinari che in emergenza, sono affidati completamente ai privati”.

“Grazie all’accordo raggiunto con i privati di AirGreen - ha sottolineato l’assessora regionale alla Sanità Sonia Viale - questo elicottero opererà per i prossimi due anni sulle dodici ore giornaliere per poi garantire nei successivi sette anni anche il volo notturno che non è mai stato effettuato in Liguria: è un grande passo avanti nell’assistenza ai liguri. Inoltre per tutto luglio, quello statisticamente con il maggior numero d’interventi, i vigili del fuoco saranno operativi tutti i giorni, sempre dall’alba al tramonto, per poi proseguire il servizio nel fine settimana continuando ad effettuare anche gli interventi di elisoccorso neonatale e, in caso di necessità, anche quelli in mare. Voglio ringraziare il 118 in particolare per l’impegno anche nella fase di addestramento delle scorse settimane; la presenza a bordo, al fianco di un medico e di un infermiere, anche di un esperto del soccorso alpino consentirà gli interventi anche più complessi”.

Redazione

Leggi tutte le notizie di LAST TRAIN HOME - DIARIO DI UN PENDOLARE ›

Last Train Home - Diario di un Pendolare

Mi chiamo Andrea Di Cesare, sono nato a Genova, dove vivo, anche se dal 2002 lavoro a Milano e dal 2011 ho iniziato la mia esperienza di pendolare tra Genova e Milano viaggiando tutti i giorni lavorativi in treno sul quale trascorro mediamente tra le 3 e le 4 ore circa.

La vita del pendolare in Italia non è affatto semplice: viaggiare quotidianamente in treno per raggiungere il tuo posto di lavoro, peraltro con frequenti ritardi e disagi di varia natura, sottrae molto tempo alla giornata e spesso ti ritrovi a pensare a come potresti impiegare in modo più gratificante tutte quelle ore trascorse sul treno. E proprio le problematicità che caratterizzano il trasporto su rotaia dei pendolari in generale, e in particolare sulla tratta Genova-Milano, mi hanno portato ad accogliere, circa due anni fa, l’invito di un caro amico ad entrare, con il ruolo di portavoce, nel Comitato Pendolari “GenovaMilano-Newsletter”, convinto del fatto che difendere e tutelare i propri diritti di cittadino e di utente implica, nei limiti delle proprie possibilità, un impegno concreto.

 “Il Diario di un Pendolare” vuole essere un modo per raccontare, anche con un briciolo di piacevolezza, le esperienze di chi utilizza tutti i giorni il treno per recarsi al lavoro, offrendo al contempo spunti di riflessione su un fenomeno importante quale è quello del pendolarismo ferroviario.

Per qualunque domanda e segnalazione relative alle tematiche del pendolarismo sulla tratta Genova-Milano potete scrivere al seguente indirizzo mail: newsletter@genovamilano.it

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium