/ Cultura

Cultura | 08 settembre 2020, 13:10

Serra Riccò: sabato 12 settembre il gran finale di 'Liguria delle Arti'

L'evento è curato dal Teatro Ipotesi con la direzione artistica di Pino Petruzzelli

Serra Riccò: sabato 12 settembre il gran finale di 'Liguria delle Arti'

Anche questa terza edizione del progetto itinerante Liguria delle Arti, curato da Teatro Ipotesi con la direzione artistica di Pino Petruzzelli, volge al termine.

E' stato un viaggio intenso attraverso quello straordinario museo diffuso che è la Liguria: ogni serata è stata un evento unico per i temi fortemente radicati nel luogo ospitante. Ogni spettacolo è stato accolto da platee esaurite e salutato da applausi e gratitudine: così, nella commistione di musica dal vivo (da Bach a Paganini a Debussy), reading poetici e letterari (da Hemingway a Caproni, da Hesse a Montale) e opere d’arte (dal Basso Medioevo ai giorni nostri), si è celebrato molto del patrimonio di questa regione, quella bellezza con cui, spesso inconsapevolmente, confiniamo.

Per l’undicesima tappa, l’ultima di questa edizione, l’appuntamento è a San Cipriano, frazione di Serra Riccò, presso la Chiesa dei Santi Cornelio e Cipriano. Una Chiesa di origini antichissime, secondo la tradizione risalirebbe al IX secolo dopo Cristo, dove convivono lo stile barocco e quello romanico (campanile). Al suo interno un meraviglioso organo e alcune pregiate statuine del presepe del Maragliano: un presepe che ogni anno attira centinaia di visitatori da tutta la provincia per la minuziosa fedeltà con cui in esso viene riprodotta la vita contadina del borgo.

Ma l’ospite d’onore, l’opera che più di tutte richiama gli appassionati d’arte è il dipinto raffigurante alcuni episodi della vita dei Santi Cornelio e Cipriano, a cui lavorarono Giovanni Cambiaso e il figlio, il più noto Luca Cambiaso verso le metà del 1500.

La narrazione del dipinto è affidata alla storica dell’arte Irene Fava mentre per la sezione musicale ritorna protagonista la GOG che propone brani di Johan Sebastian Bach e di Paul Hindemith affidandoli al violista Giuseppe Francese.

Pino Petruzzelli mette il proprio talento attoriale al servizio delle parole di Giuseppe Mazzini e dei poeti Giorgio Caproni ed Edoardo Sanguineti. L’attore legge anche pagine di Beatrice Solinas Donghi, scrittrice (anche per l’infanzia) e saggista nata proprio a Serra Riccò (scomparsa nel 2015), stimata da Giorgio Bassani che fu suo mentore nel primo dopoguerra.

Anche l’evento di San Cipriano è a ingresso libero (fino ad esaurimento posti) ed ha inizio alle ore 21.

Il progetto Liguria delle Arti è stato reso possibile grazie alla fondamentale collaborazione di Regione Liguria, Fondazione Teatro Carlo Felice, GOG Giovine Orchestra Genovese, Conservatorio Paganini di Genova, Conservatorio Puccini della Spezia, Direzione Regionale Musei della Liguria, Pro Musica Antiqua di Savona e al sostegno di Coop Liguria.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium