/ Cronaca

Cronaca | 28 settembre 2020, 14:42

Progettazione europea 2021-2027: primo incontro tra il Comune di Rapallo ed Anci Liguria

Sarà orientata in particolare su tre filoni tematici: green deal, digitalizzazione ed inclusione sociale

Progettazione europea 2021-2027: primo incontro tra il Comune di Rapallo ed Anci Liguria

Tracciare un trait d’union tra il Comune di Rapallo, Anci Liguria e Regione Liguria per individuare la possibilità di beneficiare di finanziamenti europei nell’ambito della progettazione europea per il settennato 2021 – 2027: questo l’obiettivo dell’incontro che la sala consiliare ha ospitato stamane. Presenti il sindaco Carlo Bagnasco, il vicesindaco Pier Giorgio Brigati, gli assessori Franco Parodi (Politiche e finanziamenti comunitari) e Antonella Aonzo (Bilancio), la consigliera Alessandra Ferrara che è anche membro dell’ufficio di presidenza di Anci Liguria ed ha fatto da tramite per la realizzazione della riunione, e i dirigenti comunali; per Anci Liguria ha preso parte all’incontro il direttore generale Pierluigi Vinai accompagnato dai tecnici.

Il Comune è il primo in Liguria ad aver colto l’opportunità di un confronto con Anci Liguria per farsi affiancare ed avere supporto nell’elaborazione d’idee progettuali che rispondano ai criteri ed agli indicatori stabiliti dall’Unione europea ed abbiano dunque possibilità di ottenere finanziamenti; i rappresentanti di Anci hanno spiegato che la progettazione europea 2021-2017 sarà orientata in particolare su tre filoni tematici: green deal (ad esempio progetti contro il cambiamento climatico e la sostenibilità ambientale), digitalizzazione ed inclusione sociale.

In base a tali criteri il mero restauro di un edificio pubblico difficilmente potrebbe ottenere il finanziamento, le possibilità aumentano sensibilmente se il restauro conservativo è inserito in un progetto più ampio d’inclusione sociale e fruibilità comprensoriale e all’avanguardia per quanto riguarda digitalizzazione ed efficientamento energetico. Obiettivo è quindi quello di elaborare idee progettuali che possano modernizzare la città traendo beneficio da un filone, quello dei finanziamenti per la progettazione europea, che in Italia risulta ancora fortemente sottoutilizzato.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium