/ Politica

Politica | 30 settembre 2020, 17:33

Fp Cgil e Uil Fpl: "Gli errori nella domanda per la selezione degli operatori socio sanitari non precludano la prova di concorso al personale qualificato"

Dho e Benvenuto: "Chiediamo un incontro urgente alla Regione e ad Alisa"

Fp Cgil e Uil Fpl: "Gli errori nella domanda per la selezione degli operatori socio sanitari non precludano la prova di concorso al personale qualificato"

“A seguito delle molteplici segnalazioni pervenute nei nostri uffici denunciamo come il servizio sanitario regionale non possa permettersi di perdere per strada personale qualificato a causa di errori formali e d’imprecisioni nella gestione della selezione per il concorso oss; diverse inesattezze infatti sono sanabili ex post mettendo a disposizione un servizio d’integrazione in presenza per le domande non acquisite correttamente senza ritardare ulteriormente la procedura di selezione”: è quanto s’apprende in una nota di Fp Cgil e Uil Fpl.

“Chiediamo un incontro urgente alla Regione e ad Alisa – spiegano Nicola Dho, segretario generale di Fp Cgil Liguria, e Carlo Benvenuto, segretario generale di Uil Fpl Genova e Liguria – per affrontare i problemi emersi in seguito alla pubblicazione degli elenchi di ammessi ed esclusi al concorso, riceviamo innumerevoli segnalazioni di esclusioni per errori formali imputabili alla complessità della procedura d’iscrizione online la cui farraginosità abbiamo denunciato fin da subito anche per aver assistito molti candidati nella compilazione”.

“In particolare – prosegue la nota – l’upload dei documenti s’è rivelato quasi sempre difficoltoso come per l’acquisizione di documenti d’identità poco leggibili, si sono verificati alcuni casi di omessa firma nella domanda o la mancata acquisizione di titoli di studio effettivamente posseduti; inoltre la semplice apposizione della firma richiedeva una doppia generazione della domanda di partecipazione con download e upload multipli”.

“Abbiamo apprezzato – concludono Dho e Benvenuto – che la verifica dei requisiti d’ammissione sia stata anticipata rispetto alla preselezione ottimizzando così in parte il periodo di lockdown durante il quale non era possibile convocare le persone alle prove, tuttavia non possiamo che stigmatizzare il ritardo col quale si sta individuando il soggetto gestore della preselezione e gli errori formali sanabili che precludono l’ingresso a personale esperto che potrebbe dare un contributo al sistema socio sanitario regionale di cui abbiamo estrema urgenza”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium