/ Sanità

Sanità | 16 novembre 2020, 20:10

Bozza Legge di Bilancio del Governo, Cisl Fp Liguria: “Pochissime risorse per i 23mila addetti che rappresentano il personale sanitario della nostra regione”

"C’è poco da entusiasmarsi. Non ci sono grosse novità che possano effettivamente portare cambiamenti significativi"

Bozza Legge di Bilancio del Governo, Cisl Fp Liguria:  “Pochissime risorse per i 23mila addetti che rappresentano il personale sanitario della nostra regione”

Dopo attenta lettura della bozza della prossima legge finanziaria, e dopo aver ascoltato gli entusiastici commenti di alcuni, che si fregiano di aver ottenuto gli enormi risultati in essa contenuti, riteniamo doverose alcune considerazioni che sgombrino il campo da interpretazioni fallaci. C’è poco da entusiasmarsi. Non ci sono grosse novità che possano effettivamente portare cambiamenti significativi. Gli interventi mancano di una visione di insieme per la Sanità, ma più in generale per tutta la Pubblica Amministrazione”. Così in una nota Gabriele Bertocchi, segretario generale della Cisl Funzione Pubblica della Liguria. 

Notiamo interventi frammentati per singole amministrazioni, con modifiche e conferme di precedenti aumenti di spesa o assunzioni, il cui carattere di estemporaneità sembra però permanere - continua Bertocchi - Tale impostazione rende la lettura interpretativa del documento assai difficile. L'unica vera conferma appare essere solo quella dei 400 milioni aggiuntivi per i rinnovi contrattuali, largamente insufficienti. Nello specifico, per la Sanità compaiono interventi concertati tra Conferenza Regioni e Ministero riguardanti le proroghe per i tempi determinati, i fabbisogni di personale e le prestazioni aggiuntive, ma non si notano però spazi nuovi per la contrattazione con le parti sindacali”.

La CISL FP, a livello nazionale, sta monitorando il testo in attesa di incontri concreti. Precisando ulteriormente, sottolineiamo che i medici hanno ottenuto un aumento del 27% sull’indennità di esclusività, mentre per gli Infermieri sono state previste cifre irrisorie, che potranno essere percepite chissà quando, perché rimandate alla contrattazione collettiva nazionale.  Sono 23mila gli addetti che rappresentano il personale sanitario della Liguria. Ed infine, per le altre professioni sanitarie, che non sono state nemmeno citate, non è stato previsto alcunché. Reputiamo imprescindibile il rispetto per tutti i professionisti della Sanità che meritano, sul piano normativo e contrattuale la valorizzazione delle competenze e delle specifiche attività svolte. Meritano, in sintesi, il rispetto che la bozza finanziaria sembra aver riservato solo ai medici. La CISL FP Liguria chiede equità e fondi freschi, garantiti a finanziamento di un buon contratto che ad oggi ancora non sembrano profilarsi” conclude infine segretario generale della Cisl Funzione Pubblica della Liguria.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium