Liguria: storia e leggenda | 02 gennaio 2021, 15:30

La leggenda del Reopasso e della "sedia del diavolo"

Le Rocche del Reopasso si trovano nell'Appennino ligure, in valle Scrivia, tra i comuni di Busalla, Vobbia e Crocefieschi, e conservano leggende da brividi.

La leggenda del Reopasso e della "sedia del diavolo"

Le Rocche del Reopasso sono costituite da una cresta rocciosa di conglomerato e si trovano nell'Appennino ligure, in valle Scrivia, tra i comuni di Busalla, Vobbia e Crocefieschi, all'interno del Parco naturale regionale dell'Antola, in provincia di Genova.

Nel cuore della caratteristica montagna vi è anche una grotta ricca di stalattiti e stalagmiti, chiamata “Tana del Lupo”, la cui entrata è nascosta dalla vegetazione, ma il punto di interesse più misterioso è senza dubbio la cima più alta, che per la sua forma è chiamata “Carrega do Diao” (Sedia del Diavolo) e può contare su un’altitudine di 956 metri sul livello del mare.

Il Reopasso o passo reo, ovvero “perfido” o “magligno”, conserva svariate leggende, tra cui quella dei carbonai, che tornando la sera, sostenevano di incontrare spesso un cane dagli occhi infuocati come carboni accesi che scappava alla loro vista ed il cui ululato risuonava contro le Rocche. Gli avvistamenti furono ricondotti all’anima di Filippin, morto suicida in questi monti la cui anima pare continui tutt’oggi a vagare tra l'incudine e la carrega.

Un’altra leggenda narra dell’anima vagabonda di “Raffaelin de la Croce” il cui corpo, per sua volontà, fu gettato nei dirupi del Reopasso. Raffaelin era definito “furbo e scaltro”, e fu accontentato in quanto la sua richiesta fu proprio quella di essere sepolto in un posto inaccessibile (dove non si sentissero “né galli cantare, né campane suonare”). Venne accontentato, dopo la sua morte, quando il corpo venne spinto proprio in un dirupo del Reopasso.

Un'altra leggenda racconta che nel bosco del Bellomo, un boscaiolo di nome Ometto, chiamò il diavolo in aiuto per risalire i ripidi sentieri con il suo pesante fardello di legna. Ometto ebbe un bel coraggio per farsi aiutare dal diavolo in persona!

Dalle pareti del Reopasso precipitarono anche nomi illustri come Agosto Spinola e Giovanni de Salvareca nel 1585 durante un’escursione.

Quanti segreti e quante storie da raccontare tra le cornici più belle dei monti della bellissima Liguria, tutta da scoprire e da far conoscere oltre confine.

 

E' disponibile su Amazon la nuova pubblicazione “Streghe, diavoli e altre leggende italiane”, anche in lingua inglese.

Link diretto (libro in italiano):

https://www.amazon.it/Streghe-Diavoli-altre-Leggende-Italiane/dp/B08MMT4L5L

Inoltre, sono disponibili in libreria:

“Borghi imperdibili della Liguria”, “Miti&Misteri della Liguria” e “Liguria da scoprire” (editoriale programma editore).

Segui l'autore sui social:

Facebook: dario rigliaco autore – Instagram: dario111982

Se sei a conoscenza di una leggenda o una storia da raccontare legata alla Liguria, e vuoi farla conoscere, oppure sei stato protagonista di una storia oscura e misteriosa, puoi scrivere all’autore che la prenderà in considerazione: dariorigliaco@gmail.com.

Dario Rigliaco

Leggi tutte le notizie di LIGURIA: STORIA E LEGGENDA ›

Liguria: storia e leggenda

Dario Rigliaco, autore, sceneggiatore e attore. Appassionato di Liguria e non solo, tra le sue otto pubblicazioni editoriali, “Miti&Misteri della Liguria” e “Liguria da scoprire” (editoriale programma editore), oltre che la sceneggiatura della serie cinematografica girata e prodotta in Liguria “Game of Kings” (D&E Animation). Tra gli altri titoli di punta “Cene medievali con delitto, racconti e avventure, storia e ricettario” (DeFerrari editore) e il romanzo “Gli eroi con la speranza nel cuore”. Suo anche “Il ponte degli angeli”, l’opera letteraria con scopo benefico dedicata alla tragedia del ponte Morandi di Genova, illustrata dai bambini.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium