Attualità | 21 febbraio 2021, 18:21

La storia della famiglia Larco da Genova al Perù

La storia della famiglia Larco da Genova al Perù

L'emigrazione ligure portò molte persone, e famiglie intere, a trasferirsi al di là dell'oceano.  Carlos Larco Castillo ricorda con affetto la storia della sua famiglia che tanti anni fa si trasferì in Perù. 

Carlos la tua famiglia è di origini liguri, di quale zona? 

Prima di tutto, voglio ringraziarti per l'opportunità di raccontare un po’ la storia della famiglia Larco. 

Il cognome Larco ha le sue origini a Santa Margherita Ligure. 

In che anno si trasferì in Perù? 

I primi Larco a viaggiare in Perù fu tra gli anni 1840-1850. 

Quale fu la ragione che spinse la tua famiglia, così come molti liguri, a compiere una scelta così radicale e a trasferirsi a migliaia di chilometri di distanza ? 

I Larco del 1850 circa, erano mercanti, costruttori di barche e grandi navigatori, motivo per cui li portò a migrare verso diverse destinazioni dove riuscirono a distinguersi. 

Perché la scelta cadde proprio verso il Perù? 

Dopo l'indipendenza del Perù, il paese era un'attrazione per gli imprenditori di altri paesi, a causa della ricchezza naturale che il Perù offriva e delle nuove opportunità commerciali. 

Francesco e Niccola di Santa Margherita, furono i primi Larco ad emigrare in Perù, inizialmente fondarono una casa commerciale dedicata alla vendita di prodotti dall'Italia e dalla Francia, oltre al commercio di guano (fertilizzante di uccelli marini), che permise loro di generare un enorme fortuna. 

Francesco era sposato con una nipote del conte Canevaro de Zoagli, con il quale era socio nel commercio del guano. Francesco ha avuto 3 figlie in Perù ed è tornato in Italia con tutta la sua famiglia. La prima delle sue figlie sposò il marchese Negroto-Cambiaso, la seconda con il banchiere Figallo e la terza con il conte Balbi. Al centro del cimitero di Santa Margherita si trova il mausoleo di Francesco Larco, uno dei più belli. 

Anche suo fratello Niccola si dedicò al lavoro delle miniere, lì acquisì un'immensa fortuna e conoscenza. 

Dopo aver scoperto le ricchezze d'oro della California, parte a San Francisco con una nave carica di zucchero, riso, ferramenta e centinaia di peruviani per lavori minerari. Ha creato una commissione e una banca, in pochi anni ha visto crescere la sua fortuna. Fu console di Sardegna e Italia, cavaliere di San Maurizio e Lazzaro. Morì negli Stati Uniti senza lasciare figli. 

Due Larco de Santa Margherita emigrarono ad Alghero - Sardegna, (attratti dal corallo rosso della zona), dove sposarono donne della città e successivamente i loro figli nati ad Alghero, con lo stesso spirito avventuroso dei loro genitori emigrati in Perù invitati dagli zii Francesco e Niccola. 

Arrivati ​​in Perù e dopo che gli zii hanno lasciato il Paese, hanno iniziato una serie di negozi, prima una società chiamata "Larco Hermanos y Primos", poi hanno fatto altre attività. I fratelli Larco Bruno, furono i maggiori produttori di zucchero, con macchine moderne per l'epoca, esportando 300 mila quintali all'anno, anche rum a 34 gradi e alcol a 42. Impiegano piú di 1000 lavoratori nell´azienda, dove aveva un servizio medico, farmaceutico, ecclesiastico, ospedaliero, ecc. 

L´azienda era illuminata da luce elettrica e collegata ai porti di esportazione dalle proprie ferrovie. 

Uno dei fratelli Larco Bruno,  che si distingue notevolmente fu il Conte Giuseppe Alberto Larco, Commendatore e Grande Ufficiale degli ordini Mauriziano e della Corona d'Italia. 

- Era sindaco dell'esclusivo quartiere di Miraflores, dove attualmente, la via principale porta il suo nome, e alla fine di questa via e fronte al mare c´e un moderno Centro Commerciale chiamato ¨Larcomar¨. 

- Fondatore e primo Presidente del Directorio del Banco Italiano del Perù, ora denominato Banco de Credito del Perù, la più grande banca del paese. 

- Azionista del Banco de Lima. 

- Promotore del ospedale italiano “Vittorio Emanuele”,  

- Fondatore di la Beneficenza Italiana.  

- Console del Perù in Francia. 

- Console del Perù in Italia dal 1859 per quindici anni. 

- Console ad Alghero (Sardegna) in Peru. 

- Primo segretario ad honorem dell'ambasciata peruviana, deputato di prim'ordine nella legazione peruviana in Francia e Inghilterra dal 1862 

- In Francia ha fondato ¨La Casa Comercial Larco¨, il giornale ¨Il messagero Italiano¨ e ha fondato una banca. 

- 1881 Ho donato la somma di 40.000 scudi d'oro per la costruzione dell'Ospedale Mauriziano di Torino, dove ha accompagnato al Re Vittorio Emanuele nella posa della prima pietra. 

- 1888 quando il giornale "Il Progress italoamericano" raccoglie fondi per una grande statua in bronzo di Giuseppe Garibaldi, collocato a Washington Square Park a New York, Larco offre una notevole somma di denaro. 

- 1896: Rializza un banchetto a Lima in onore del principe Luigi di Savoia. 

- 1899/1900: per onorare la visita in Sardegna del re Umberto I e di sua moglie Margherita de Savoie, fu lanciata l'idea di costruire l'Ospedale Marino Regina Margherita ad Alghero. Dona la somma di 30 mila lire. 

- Consigliere del Comune di Alghero. 

- Avevva un solo figlio di nome José Alberto Larco, anche lui conte, che visse a Genova, dove a morto alle 19 anni, la sua tomba è nel Cimitero Monumentale di Staglieno. 

- 1900 Giuseppe Alberto Larco muore ad Alghero. 

Un'altra delle attività svolte da Giuseppe Alberto Larco è stata la gestione delle vendite dei prodotti dei fratelli in Europa. 

Emigrarono in Perù anche altri cugini Larco di Genova e Santa Margherita, che tornarono in Italia dopo alcuni anni. Uno di loro era Lorenzo Larco padre della contessa Hermenegilda Larco moglie del conte Ponzone. 

I discendenti dei Larco in Perù hanno fortemente influenzato il progresso e la storia del paese, lasciando il segno nel tempo. 

- Il Museo Larco fondato dall'archeologo Rafael Larco Hoyle. 

- Carlos Dogni Larco, è stato direttore del Banco Comercial del Perú, Compañía de Seguros Generales e Rayón e Celanese Peruana. Avevva fondato il club Waikiki e aveva portato la tavola da surf in Perù. 

- Rafael Larco Herrera, Primo Vice Presidente del Perù. 

- Maria Isabel Granda Larco, Artisticamente conosciuta come Chabuca Granda, era cantautrice e folklorista peruviana. Ha composto e scritto un gran numero di canzoni e poesie. 

- Luis Tomas Larco Ferrari - Sindaco di Lima, Sindaco di La Punta - Callao. 

- Guillermo Larco Cox, era un deputato, senatore, presidente del consiglio dei ministri, ministro degli affari esteri, sindaco di Trujillo, ecc. 

- Uno dei più grandi filantropi del paese fu Victor Larco Herrera, che donò la proprieta e il denaro per la costruzione dell'Ospedale per malati di mente, che porta il suo nome. Donò anche la proprieta per la costruzione dell'esclusivo “Club Union de Lima” nella Plaza de Armas della città di Lima, contribuisco alla costruzione di ¨Puericultorio Perez Aranibar¨, ecc. È stato anche sindaco di Trujillo. 

- Ci sono strade, scuole, negozi che portano il nome Larco. 

- Hanno creato università, società minerarie, club esclusivi, banche, fabbriche e altre importanti aziende. 

Attualmente alcuni cugini Larco stanno gestendo la costruzione di un moderno porto crocieristico nella città di Lima, che includerà un lussuoso hotel, un ristorante e un grande centro commerciale con i migliori marchi e franchising del mondo. 

A Santa Margherita Ligure avevva una scuola Larco dal 1970 circa. (venduta per progetto immobiliare) donata da Luigia Larco e c'è anche una strada denominata G. B. Larco, che ha donato una mensa per i poveri. 

C'erano anche 2 sindaci Larco e un altro Larco come consiglieri del comune di Santa Margherita. 

A Genova c'è una Villa Larco vicino alla stazione di Brignole, e nel cimitero di Staglieno dove ho trovato mausolei e tombe di alcuni antenati, c'è una via Larco. 

Enrico Larco, consigliere e sindaco di Santa Margherita Ligure (1900), anche socio e amministratore della ¨Compagnia dell´acquedotto Nicolay¨. 

Altri cugini Larco emigrarono in altre città della Sardegna come Cagliari, La Maddalena e Sant'Antioco 

Renzo Larco, scrittore e sindaco di La Maddalena. 

Francesco Larco a Cagliari 

Villa Tonnara Larco a Sant'Antioco 

Gerolamo Larco, console ad Alghero (Sardegna) in Peru. 

Esiste oggi una comunità ligure in Perù? Come è vissuto il rapporto con la terra madre ligure? Ci sono iniziative che favoriscano  l'amicizia e il senso di appartenenza alla comunità ligure in Perù ? 

C'è una comunità numerosa, perché la maggior parte dei discendenti degli italiani è di origine ligure. 

Si c'è una grande comunità, perché la gran parte della discendenza italiana è di origine ligure. 

C'è anche un'Associazione Ligure, ma non conosco la sua attività. 

Le persone di discendenza ligure si aspettano un maggiore contatto con la terra madre ligure e i suoi parenti, oltre ad attività che promuovano la storia, i costumi e la lingua italiana. 

Cosa vorresti chiedere alle autorità della Regione Liguria su questo tema? 

Chiedo sostegno e maggiore comunicazione con l'Associazione Ligure del Perù, anche con le nuove associazioni che intendono creare. 

Segui Zenet sui social: 

Zenet / Leonardo Parodi  

Nella foto il Conte Giuseppe Alberto Larco 1830 – 1900 ed Emanuele Larco con la famiglia a Santa Margherita. 

Leonardo Parodi

Leggi tutte le notizie di VUXE DE ZENA DI ZENET ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium