/ Eventi

Eventi | 19 aprile 2021, 16:04

Spazio, formazione e comunicazione online: dal 22 maggio al via "Stream", il nuovo evento digitale del Festival della Scienza

Un evento gratuito per parlare di scienza e tecnologia nell’esplorazione spaziale con Anna Gregorio, Raffaele Mauro, Ettore Perozzi, Stefano Polato, Mario Salatti, Ersilia Vaudo Scarpetta e molti altri

Spazio, formazione e comunicazione online: dal 22 maggio al via "Stream", il nuovo evento digitale del Festival della Scienza

Da martedì 18 a sabato 22 maggio 2021 debutta Stream, nuovo format digitale targato Festival della Scienza. Un fittissimo programma di incontri, talk e altri eventi interattivi per ragionare sul tema dell’esplorazione spaziale, approfondito da diversi punti di vista, con un linguaggio informale e un taglio multidisciplinare. Quattro le parole guida: ricerca, economia, inclusione e sostenibilità. Il tutto rigorosamente online.

"Il nome scelto per questo evento - spiega Fulvia Mangili, direttore del Festival della Scienza - mette insieme il termine STEAM, che sta per Science, Technology, Engineering, Art and Mathematics, con la parola streaming, la modalità di accesso alla rete che è entrata prepotentemente nella vita di tutti noi. Con questo evento, che vuole essere il primo di un ciclo, sperimenteremo nuovi metodi e nuovi linguaggi per parlare di scienza a un pubblico che sempre più si rivolge al digitale per informarsi e acquisire nuove conoscenze". 

Al palinsesto di eventi virtuali gratuiti, si affianca il ricco programma di masterclass e incontri formativi di Stream Creator. "Il programma si divide in due parti - aggiunge Sabina Barcucci, co-curatrice di Stream - un palinsesto di appuntamenti gratuiti per parlare di Space Travels, tema conduttore di questa prima edizione, e Stream Creator, un ricco calendario di masterclass di livello internazionale che affrontano gli sviluppi della divulgazione scientifica e della Creator Economy, dedicato a un pubblico di giovani comunicatori e content creator, ma anche semplici appassionati di comunicazione web che immaginano una carriera in questo settore". 

Stream è un evento pilota sviluppato all'interno del progetto Festival 2.022 per Open2Change, il programma biennale di transizione digitale del Festival della Scienza finanziato da Fondazione Compagnia di San Paolo.

Interviste, talk, eventi speciali e interattivi gratuiti rivolti a un pubblico di giovani appassionati di scienza e di web per parlare di Space Travels, ma anche di scienza, ricerca, sostenibilità, arte, comunicazione web e inclusione sociale, insieme a grandi nomi della space economy.

Tra questi Ersilia Vaudo Scarpetta, chief diversity officer all’Agenzia Spaziale Europea, Mario Salatti, responsabile ASI per la realizzazione del telescopio di Cheops, e Raffaele Mauro co-fondatore e General Partner di Primo Space, fondo di venture capital specializzato nella new space economy e nelle tecnologie correlate. Tra i protagonisti anche Anna Gregorio, ceo di PicoSaTs, startup innovativa nata nell’ambito di Innovation Factory, recentemente classificata tra le 100 italiane di successo da Forbes, l’astro chef Stefano Polato, responsabile dello Space Food Lab dell’azienda ingegneristica aerospaziale Argotec di Torino, colui che ha supportato l'ideazione e la produzione del cibo di Samantha Cristoforetti in vista della missione spaziale Futura, ed Ettore Perozzi, esperto di dinamica del sistema solare, meccanica celeste e missioni spaziali, responsabile delle operazioni del centro Europeo dedicato al monitoraggio del rischio asteroidale.

Il calendario e il programma di Stream saranno svelati a breve. Gli appuntamenti, live e on demand, saranno disponibili gratuitamente sulla nuova piattaforma del Festival della Scienza www.festivalscienza.online.

Quattro giorni di lezioni e networking che vedranno nelle vesti di docenti content creator, youtuber, podcaster professionisti e rappresentanti di piattaforme digitali, tutte quelle figure che negli ultimi anni hanno contribuito allo sviluppo della Creator Economy.

Tra i docenti delle masterclass sono presenti Adrian Fartade, divulgatore scientifico specializzato in astronomia e astronautica e fondatore del canale YouTube Link4Universe, l’artista e compositore Nahum, direttore dell’agenzia di cultura spaziale Kosmica Institute, la storica dell’arte Valentina Tanni che parlerà dell’arte dei “meme” nella comunicazione online e nella scienza, e Andrea Bersani e Ilaria Zanardi, fondatori di Scientificast, il primo podcast italiano a tema scientifico. Inoltre, sono in programma lezioni di Lara Della Gaspera, creator partnerships manager di Patreon, la più nota piattaforma digitale che aiuta i creator a monetizzare i contenuti online senza intermediari, e Marcello Ascani, influencer e youtuber con oltre 600 mila iscritti nonché ceo della nuovissima agenzia di Influencer Marketing Flatmates insieme a Michele Pagani. Altri nomi di docenti di Stream Creator si aggiungeranno al programma e verranno svelati nei prossimi giorni. 

Le lezioni consentiranno ai partecipanti di approfondire il tema della Creator Economy e ricevere competenze in digital strategy, influencer marketing, meme & scienza, visual web, space art, comunicazione scientifica online e audience engagement, tematiche fondamentali per chi comunica online o per chi vuole perseguire una carriera nella creazione di contenuti per il web. Le masterclass si tengono da martedì 18 a giovedì 20 maggio (dalle 17 alle 20) e sabato 22 maggio (dalle 10 alle 13) sulla piattaforma Zoom. 

L’iscrizione alle masterclass è disponibile a partire da oggi sul sito www.festivalscienza.online. Chi si iscrive subito riceverà uno sconto Early Bird del 30%, al costo di 70 € (l’iscrizione è comprensiva di tutte le masterclass). La promozione è valida fino a venerdì 30 aprile 2021, dopodiché sarà possibile iscriversi a prezzo pieno (100 €).

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium