/ Attualità

Attualità | 29 aprile 2021, 15:34

Presentato il progetto del Waterfront al Municipio VIII Medio Levante

Seduta in videoconferenza col sindaco Bucci con una tavola inedita del disegno di Renzo Piano: l’obiettivo è creare un polo della nautica, il numero uno del Mediterraneo

Presentato il progetto del Waterfront al Municipio VIII Medio Levante

Presentato il progetto del Waterfront al Municipio VIII Medio Levante durante una seduta monotematica in videochiamata nella quale hanno partecipato l’assessore Pietro Piciocchi e il sindaco Marco Bucci. Sullo schermo una tavola inedita del progetto di Renzo Piano: ai consiglieri collegati è stata illustrata la riqualificazione dell’area fieristica che, come sottolineato dal sindaco, ha tre principali obiettivi: nautico, sportivo e fieristico; l’obiettivo è quello di creare un vero e proprio polo della nautica, il numero uno del Mediterraneo nel quale non è previsto il trasferimento di 'Cantieri Amico'.

Si parla di 35.000 metri quadrati nuovi di cui 15.000 ad uso commerciale spalmati su tre comparti: studentesco, residenziale (circa 300 appartamenti) ed uffici. Questa la natura dell’operazione: attrarre, anche con nuove residenze, gli appassionati della nautica a Genova; così mentre vanno avanti le demolizioni nell’area fieristica già iniziate venerdì ecco l’anteprima del progetto d’ultima generazione, a corredo di una serie di linee guida progettuali appena recepite dal comune di Genova dove il parco urbano e le passeggiate saranno pubbliche così come il nuovo complesso sportivo.

Il valore dell’operazione è di novanta milioni per quanto riguarda il pubblico, 250 per il privato ed è già stato sottoscritto un disciplinare sportivo; saranno 6.500 i metri quadrati a disposizione delle varie discipline con 3.999 posti a sedere, oltre le tribune retrattili, per un impianto gestito da operatori pubblici come da linee guida imposte dal Coni. Sarà aperto a tutti: associazioni e singoli, riguardo il Palasport le passeggiate saranno di natura pubblica; il Comune realizzerà vari locali collegati alla nautica, anche di natura artigianale, e i parcheggi saranno nel sottosuolo con seicento posti auto; tre i ponti sui nuovi canali di cui due elevatori ed uno fisso, e due linee di bus a servire tutta la zona.

Nel grande progetto non viene escluso piazzale Kennedy sul quale sorgerà un parcheggio d’interscambio anch’esso di natura pubblica, e non mancheranno la ‘Casa della vela’ ed un ascensore panoramico. Il tutto collegato da canali di 3,5 metri di profondità omogenea così da poter essere usufruibili alle barche anche di grandi dimensioni; il parco verde, aperto ventiquattr’ore su 24 e per il quale si garantisce la vigilanza, avrà essenze di pregio. Non sono mancate alcune domande e dettagli riguardo costi e benefici in favore della città e qualche polemica sullo scarso coinvolgimento del Municipio Medio Levante e dei cittadini.

Dubbi anche sui quindicimila metri quadri della zona commerciale (un quinto del complesso considerando che la Fiumara è di 17 metri quadrati), è stato tuttavia sottolineato che l’obiettivo non è commerciale ma sportivo: la terra e il mare per la piccola e grande nautica: “L’aspetto commerciale è solo una stampella che affianca le attività urbanistiche”. Il presidente del Municipio Francesco Vesco in chiusura ha chiesto di ricordare i piccoli ma importanti interventi nell’area circostante come il rifacimento di piazza Rossetti, la nuova pavimentazione, già sollecitata al Comune “che ben si integra nell’ottica di questa visione funzionale, turistica e storica del nuovo progetto waterfront”. Bucci ha ribadito chiedendo supporto ai consiglieri del Municipio alla luce delle nuove aiuole e i parcheggi in viale Brigata Bisagno affinché se ne accetti lo spostamento sul lato destro invece che in mezzo alla carreggiata.

Rosa Cappato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium