/ Politica

Politica | 05 maggio 2021, 18:08

Lotta alla Parietaria, si parte dal Municipio Medio Levante

Soddisfazione di Alberto Campanella (Fratelli d’Italia) per la celerità di risposta alle sue richieste, l’iniziativa si sposterà verso il centro e successivamente verso il ponente

Lotta alla Parietaria, si parte dal Municipio Medio Levante

“La salute dei cittadini è sicuramente la priorità della Giunta Bucci e soprattutto del vicesindaco con delega alla Salute Massimo Nicolò”: così il capogruppo genovese di FdI Alberto Campanella ieri dopo aver riscontrato come in tempo record sia stata eliminata buona parte della parietaria che infestava Genova, si è partiti dal Municipio VIII Medio Levante, in particolar modo dalle strade del quartiere di San Martino.

“La parietaria - spiega Campanella - provoca numerose allergie e problemi respiratori”, il capogruppo aveva presentato un articolo 54 il 16 aprile in cui chiedeva di prendere pronti provvedimenti contro questa erba: “Tanto innocua all’aspetto, quanto devastante per molti di noi. Prolifica per le strade e per i marciapiedi di tutta la città e passa inosservata, però può risultare fastidiosa e nociva per tutti quei cittadini allergici”. A tale appello aveva risposto il Vicesindaco Massimo Nicolò, con delega alla Salute, riferendo di uno stanziamento di fondi per debellarla senza, tuttavia, l’utilizzo di diserbanti chimici, risultati da tempo dannosi per le persone, animali e ambiente, quindi ormai vietati per questo tipo di interventi in zone urbane. La parietaria è soprattutto in questa stagione che fiorisce, provocando allergie e problemi respiratori che nei casi più gravi diventa asma, come sostenuto anche da Massimo Alfieri, presidente di Ala (Associazione ligure allergici) che rappresenta ben oltre 1.500 allergici, i più esposti al fenomeno.

La parietaria è responsabile di allergie respiratorie, asma e rinite allergica tra i mesi di febbraio e novembre, con un picco di concentrazione pollinica intorno ai mesi di maggio-giugno. Le foglie di questa pianta, usate un tempo per ripulire, aggiunte all’acqua, l’interno delle bottiglie e dei fiaschi di vetro dai residui del vino e dell’aceto, hanno fatto sì che sia stata soprannominata ‘erba vetriola’. Ricorda nell’aspetto l’ortica (Urtica dioica), ma è priva della capacità urticante. Si calcola che circa il 15-20% della popolazione italiana soffre di allergie, fenomeno in crescita, soprattutto tra i più giovani e le donne. Il Comune di Genova combatte, oggi, contro questa pianta tramite sfalci di massa e sigillature degli spigoli da dove potrebbe germogliare. Sono già diverse le strade dove si sta verificando la pulizia, come dalle immagini di Campanella, nella zona del Municipio Medio Levante, in particolar modo a San Martino. Soddisfazione per la celerità con cui si è intervenuto per il benessere pubblico è stata manifestata anche dal presidente di A.L.A. Poco dopo la richiesta di Campanella che aveva presentato anche relativa documentazione fotografica circa l’emergenza, e la discussione in seduta, sono iniziati diversi interventi anche in diverse vie del Municipio IX Levante, segno che l’iniziativa prende il via dal levante cittadino, per spostarsi via via verso il centro e successivamente verso il ponente.

Rosa Cappato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium